Usher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Usher (disambigua).
Usher
Usher
Usher
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Contemporary R&B
Hip hop soul
Pop rap
Neo soul
Crunk
Periodo di attività 1993 – in attività
Etichetta LaFace, Arista
Album pubblicati 8
Studio 8
Live 1
Sito web

Usher Raymond IV, conosciuto semplicemente come Usher (Dallas, 14 ottobre 1978), è un cantante, ballerino, attore, pittore statunitense.

È diventato popolare negli anni novanta come performer R&B, pubblicando gli album My Way nel 1997 e 8701 nel 2001. Il suo successo è continuato anche nella decade successiva, con l'uscita dell'album Confessions nel 2004, che ha venduto più di 10 milioni di copie solo negli Stati Uniti, catapultandolo tra i più popolari interpreti del genere R&B. Nel 2008 ha pubblicato il suo quinto album, Here I Stand, che ha prodotto la hit Love in This Club, mentre nel 2010 ha pubblicato il suo sesto album d'inediti, Raymond v. Raymond caratterizzato da un sound più dance. Il singolo di lancio, OMG, ha raggiunto le prime posizioni in numerosi paesi, ad esempio negli USA, diventando la sua nona numero uno, rendendolo l'artista con più numero uno della decade dopo Rihanna. Anche il secondo estratto, DJ Got Us Fallin' in Love, ha ricevuto un'ottima accoglienza. Nel 2011 si è imbarcato nell'OMG Tour, che toccherà diverse città in tutto il mondo. Sempre nello stesso periodo ha collaborato col deejay francese David Guetta nella canzone Without You. Dal 2011 Usher ha venduto più di 65 milioni di dischi in tutto il mondo[1] e ha vinto 8 Grammy Awards.[2] Secondo la Recording Industry Association of America, ha venduto più di 21.5 milioni di album negli Stati Uniti.[3]

Oltre alla musica Usher ha intrapreso anche altre attività: ha creato la sua etichetta musicale, la US Records, ed è uno dei proprietari del celebre franchising NBA dei Cleveland Cavaliers. Dalla fine degli anni '90 ha anche intrapreso la carriera da attore, recitando nel film The Faculty. Inoltre nel maggio del 2014 esce il suo nuovo singolo "Good Kisser" con recensioni positive.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Shakira, Stevie Wonder e Usher in concerto per Obama nel gennaio 2009.

Usher Raymond IV nasce a Dallas, Texas il 14 ottobre del 1978.[4][5] Trascorre la maggior parte della sua infanzia a Chattanooga, Tennessee, dove entrato a far parte del coro locale della chiesa[6], inizia a scoprire il suo talento nel canto. Successivamente si trasferisce con la famiglia ad Atlanta, Georgia, per intraprendere la carriera di cantante.[7]. Nel 1991 entra a far parte di un gruppo R&B. Registrerà solo qualche pezzo perché la band verrà abbandonata; alcune delle tracce registrate con il gruppo, verranno poi ripescate dalla casa discografica di Usher, per inserirle nei successivi album del cantante, con qualche modifica e cantante da solista. Nel 1992 appare in una puntata del talent show Star Search, dove viene notato da un talent scout della LaFace Records, e viene messo sotto contratto da L.A. Reid.[5][8] Il suo primo singolo si intitola Call me a mack, che fa anche da colonna sonora al film Poetic Justice.[9]. Al contempo il quindicenne si interessa anche alla recitazione che lo porterà negli anni successivi ad avere successo anche in questo campo.

1993 - 2002: Usher, My Way e 8701[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 agosto 1994 esce il suo primo album intitolato proprio Usher sotto etichetta. Le critiche non sono state molto positive inizialmente per l'album, perché considerato troppo insignificante, soprattutto per l'epoca in cui avevano successo canzoni di una ritmica curata e ben studiata, in ogni genere. L'album vede come produttore esecutivo Puff Daddy[5] che produce inoltre altri brani all'interno del cd. Da quest'ultimo vengono estratti i singoli Call me a mack, Think of you e The many ways.[10] L'album riscontra un moderato successo raggiungendo la posizione numero 25 della Billboard R&B e Hip-Hop chart e la 167 della Billboard 200, vendendo poco più di 50.000 copie negli Stati Uniti.[11] L'album contribuisce però a far conoscere il giovane Usher al grande pubblico. Nei 2 anni successivi duetta con Monica nella canzone Let's Straighten I Out[12] e partecipa all'album benefico della LaFace per le Olimpiadi di Atlanta del 1996 intitolato Rhythm of the games con il brano Dreamin'. Fino al 1996 Usher però riesce ad ottenere una notorietà solo al pubblico statunitense considerando che quest'ultimo ha sempre molto apprezzato la musica R&B. Nel 1996 il ragazzo solo diciottenne riesce ad ottenere i migliori privilegi discografici ed incontra il rapper Jermaine Dupri; con quest'ultimo stringerà Usher molta amicizia e da lui si procurerà molto materiale per il suo secondo album My Way che uscirà Il 16 settembre del 1997 e che debutta alla posizione numero 4 nella Billboard 200. Il primo singolo scelto è You Make Me Wanna. Il brano raggiunge la posizione numero 2 nella Billboard Hot 100, e resta primo nella chart R&B e Hip-Hop per 11 settimane. Il singolo viene certificato disco di platino dalla RIAA, e questo porterà il ragazzo ad essere uno dei cantanti più affermati del mondo R&b in America del momento, pur comunque essendo conosciuto poco mondialmente. .[13] Il secondo estratto da My way è Nice and Slow, una ballata che vale ad Usher la sua prima numero 1 nella Billboard Hot 100; il pezzo è stato certificato platino ed ha avuto vendite discrete in Europa, dove Usher ha raggiunto anche lì una lieve notorietà.[14] Il terzo singolo è la title-track che raggiunge la seconda posizione nella Billboard Hot 100 e fa continuare ad Usher la sua scalata alla notorietà in Europa soprattutto nei paesi occidentali; probabilmente il grande successo ottenuto è da attribuire dalle presenze nell'album e nello spettacolo di Monica che in quel momento in tutto il mondo stava ricevendo fama grazie alla sua unica hit mondiale "The Boy Is Mine" con Brandy, ed anche di Jermaine Dupri che si stava affermando sempre di più come rapper. Nel 1999 inoltre venne pubblicato il singolo "Bedtime" che inizialmente non doveva essere estratto dall'album ma che visto il successo del ragazzo venne deciso di pubblicare ma per diventare una delusione, perché non diede nessun risultato; nonostante ciò l'album vende più di 6 milioni di copie in America e 8 in tutto il mondo.[13] In seguito Usher partecipa a diverse tappe dei tour di Puff Daddy, Mary J. Blige e Janet Jackson. Nello stesso periodo Usher viene richiesto in alcune pellicole cinematografiche, ed anche n diverse soap opera americane che hanno tutte un discreto successo e che piazzano Usher anche sul piano di attore. Contemporaneamente Usher vince anche il suo primo Grammy Award per il miglior singolo maschile R&B You Make Me Wanna Il 23 marzo del 1999 viene pubblicato Live prima raccolta dal vivo del cantante che vende oltre 500.000 copie negli States. Questi risultati portano la casa discografica ad affidare Usher a dei produttori più richiesti e costosi per adottare sound meno comuni e portare finalment Usher all'apice del successo; per questo verranno ripescati poi molti testi che Usher scrisse in passato per il gruppo cui faceva parte, modificati e modernizzati, e soprattutto inseriti nel terzo album del cantante, pubblicato all'inizio del 2001, All About U, trainato dal singolo Pop Ya Collar (#2 nel Regno Unito),però da basso successo mondiale; ma sfortunatamente le tracce finiscono anticipatamente su Napster programma ormai archiviato, e dopo un freddo riscontro da parte del pubblico, la Arista Records rimanda la data di uscita e Usher torna in studio per registrare altri brani. Il 7 agosto 2001 viene pubblicato 8701 (così chiamato in riferimento alla sua data di uscita, e alle date di riferimento della sua carriera musicale) che raccoglie grandi consensi di pubblico e di critica. I primi 2 singoli singoli U Remind Me e U Got It Bad raggiungono entrambi la numero 1 nella Billboard Hot 100 mentre U Don't Have to Call raggiunge la posizione 2, U-Turn viene realizzato come quarto e ultimo singolo. In questo periodo collabora con P.Diddy e Loon in I Need A Girl che raggiunge la seconda posizione nella Billboard Hot 100. 8701 vende 4 milioni di copie in America e 7 in tutto il mondo. Nel 2002 vincerà un altro Grammy Awards nel campo R&B e si preparerà per il suo quarto album in contemporaneo alla carriera cinematografica e in collaborazioni discografiche.

2004 - 2007: Confessions[modifica | modifica wikitesto]

Come per il terzo album i produttori del quarto album di Usher saranno diversi e porteranno delle musiche più nuove, e ciò verrà dimostrato dalle vendite elevate. L'album Confessions esce nel marzo del 2004, vendendo nella prima settimana un milione di copie negli Stati Uniti trainato dal successo di Yeah!, prodotta da Lil Jon, beatmaker di Atlanta leader del genere crunk (hip hop da club cadenzato e duro), ed a cui partecipa Ludacris. Yeah balza al vertice di tutte le classifiche internazionali e diventa il singolo più venduto negli States nel 2004.

Usher nel 2007.

Seguono la ballata Burn e la originale Confessions Part II. Entrambi i singoli entrano in top 10 in America contemporaneamente al lead single Yeah!, rendendo Usher l'unico artista singolo della storia della Billboard hot 100 ad avere 3 singoli in contemporanea in top 10.[15] Nel novembre dello stesso anno esce la ristampa di Confessions, contenente 4 tracce aggiuntive e un remix con il rapper Fabolous di Throwback. Tra i 4 inediti spicca il singolo My Boo, duetto con Alicia Keys che otterrà un ottimo successo come singolo.[16] Il quinto e ultimo singolo estratto da Confessions è Caught Up. Alla fine Confessions viene certificato 10 volte disco di platino[17] per vendite superiori ai 10 milioni. L'album ha finora venduto oltre 20 milioni di copie in tutto il mondo[18], diventando l'album più venduto nella carriera dell'artista.

2008-2011: Here I Stand e Raymond v. Raymond[modifica | modifica wikitesto]

Per promuovere l'uscita del quinto album, il singolo Love in This Club è entrato nella programmazione radiofonica nel febbraio 2008, e raggiungendo la vetta della Billboard Hot 100, dove è rimasto per tre settimane consecutive.[19][20] L'album Here I Stand è stato pubblicato a maggio ed ha venduto 433 000 copie soltanto nella prima settimana.[20] Hanno fatto seguito i singoli Love in This Club, Part II, che vede la partecipazione di Beyoncé Knowles e Lil Wayne, Moving Mountains e Trading Places, tutti e tre entrati nella Top 20 della Hot R&B/Hip-Hop Songs chart.[14]

Il 18 gennaio 2009 Usher si è esibito insieme a Stevie Wonder e Shakira al concerto We Are One: The Obama Inaugural Celebration at the Lincoln Memorial, in onore dell'insediamento nel presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Inoltre il 7 luglio 2009 ha presenziato alla cerimonia realizzata in memoria di Michael Jackson presso lo Staples Center di Los Angeles.

A cavallo fra marzo ed aprile è stato pubblicato Raymond v. Raymond, sesto album di Usher, anticipato ad ottobre dal singolo Buzz, che sembra raccontare della separazione del cantante con l'ex moglie Tameka.[21] Il 7 aprile 2010 Raymond v. Raymond ha debuttato alla prima posizione della classifica Billboard 200, diventando il terzo album consecutivo dell'artista alla prima posizione, vendendo circa 329,107 copie nella prima settimana di pubblicazione.[22] Il primo singolo estratto, OMG ha raggiunto la vetta della Billboard Hot 100 e delle più importanti classifiche mondiali tra cui quella del Regno Unito e quella dell'Australia.[23] Successivamente collabora con Pitbull per il singolo DJ Got Us Fallin' in Love presente nell'album Raymond v. Raymond. La canzone ottiene un ottimo successo in tutto il mondo raggiungendo la top ten nella maggior parte dei mercati. Per promuovere l'album il cantante si imbarca anche in un tour mondiale, l'OMG Tour.

2011-presente: Looking 4 Myself[modifica | modifica wikitesto]

Nell'inverno 2011 Usher collabora col DJ David Guetta nella canzone Without You, terzo estratto dall'album di Guetta Nothing but the Beat, che ha ottenuto grande successo entrando nei primi dieci posti di numerose classifiche internazionali. Il primo singolo ufficiale, estratto dall'album nel febbraio 2012, è stato Climax, un pezzo electro-soul che ha riscosso successo nelle classifiche generali ma soprattutto in quelle R&B, dove è rimasto al primo posto per 9 settimane consecutive. Il secondo singolo, estratto un mese dopo, è stato Scream, pezzo più dance che ha ottenuto buoni piazzamenti ovunque. L'album, è uscito l'8 giugno 2012, nonostante le vendite più basse del previsto (128.000 copie nella prima settimana), si è subito piazzato ai primi posti di numerosi mercati.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Usher ha debuttato come attore per la serie televisiva Moesha, a cui segue un ruolo nel film The Faculty.[7][11] Inoltre compare anche nella celebre soap opera Beautiful, in Settimo cielo, in Walker Texas Ranger, in Killers e nel film TV Disney Geppetto.[7][11][24]

Nel novembre 2005, Usher è il protagonista del film prodotto dalla Lions Gate, In the Mix.[25] Il 22 agosto 2006 Usher ha debuttato nel ruolo di Billy Flynn nel musical di Broadway Chicago.[26]

Nel 2002 Usher ha fondato la Vanity Label una casa di produzione discografica, sussidiaria della J Records, distribuita dalla Sony BMG. Il primo album pubblicato dalla Vanity è stato la colonna sonora del film In the Mix. Fra gli artisti prodotti dalla Vanity ci sono Rico Love, gli One Chance, Justin Bieber e Rayan, per i quali Usher è anche compositore.[27][28] Sempre nel 2002 partecipa al "Christmas In Washington" e si esibisce in alcuni brani natalizi duettando con la cantautrice Mandy Moore.

Inoltre Usher ha anche prestato il proprio nome per una linea di profumi.[29], Usher for Men ed Usher for Women, e dal 2008 ha firmato una linea di biancheria intima.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 agosto del 2007 Usher ha sposato la stilista Tameka Foster con una cerimonia privata ad Atlanta.[30] La coppia ha avuto un figlio, Usher Raymond V, il 26 novembre 2007[31], mentre il 10 dicembre 2008, è nato il secondogenito, Naviyd Ely Raymond.[32] All'inizio del 2009 si inizia a parlare del divorzio della coppia e a novembre 2009 si separa ufficialmente dalla moglie Tameka ed ottiene l'affidamento congiunto di tutte e due i figli. Il 7 luglio 2012, il figliastro di Usher Kyle Glover ( nato dal precedente matrimonio di Tameka) è stato investito da una moto d'acqua nel lago Lainer ad Atlanta, in Georgia, ed è stato dichiarato cerebralmente morto.[33]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Usher.
Usher nel 2004.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi[34][modifica | modifica wikitesto]

  • Billboard-AURN R&B/Hip-Hop Awards
    • 2002 Top R&B/Hip-Hop Artist
    • 2002 Top R&B/Hip-Hop Singles Artist
    • 2002 Top R&B/Hip-Hop Singles Artist
    • 2005 Top Artist
    • 2005 Top Male Artist
    • 2005 Top Singles Artist
  • BET Awards
    • 2002 Best R&B Male Artist
    • 2004 Best R&B Male Artist
    • 2005 Best R&B Male Artist
    • 2004 Viewers Choice Award
  • NAACP Image Awards
    • 2005 Outstanding Male Artist
  • Soul Train Music Awards
    • 1998 Best R&B/Soul Single ("My Way")
    • 2002 Best R&B Performance ("U Remind Me")
    • 2002 Best R&B/Soul Single Male ("U Remind Me")
    • 2005 Best Male R&B-Soul Single ("Confessions Part II")
    • 2005 Best R&B-Soul Album ("Confessions")
    • 2005 Best R&B-Soul Single By a Group or Duo ("My Boo", with Alicia Keys)
    • 2005 Best R&B-Soul or Rap Music Video ("Yeah", with Ludacris and Lil Jon)
  • Grammy Awards
    • 2001 R&B Male Vocal Performance ("U Remind Me")
    • 2002 R&B Male Vocal Performance ("U Don't Have To Call")
    • 2005 R&B Performance by a Duo or Group With Vocals (My Boo", with Alicia Keys)
    • 2005 Contemporary R&B Album ("Confessions")
    • 2005 Rap/Sung Collaboration ("Yeah", with Ludacris and Lil Jon)
  • People's Choice Awards
    • 2004 Favorite Male Singer
    • 2004 Favorite Combined Forces ("Yeah", with Ludacris and Lil Jon)
  • Billboard Music Awards
    • 1998 R&B Artist of the Year
    • 1998 Hot 100 Singles Artist of the Year
    • 2004 Artist of the Year
    • 2004 Billboard 200 Artist of the Year
    • 2004 Billboard 200 Album of the Year ("Confessions")
    • 2004 Hot 100 Artist of the Year
    • 2004 Hot 100 Single of the Year ("Yeah", Usher with Ludacris and Lil Jon)
    • 2004 Hot 100 Airplay Single of the Year ("Yeah", Usher with Ludacris and Lil Jon)
    • 2004 Mainstream Top 40 Artist of the Year
    • 2004 Mainstream Top 40 Single of the Year
    • 2004 R&B/Hip-Hop Artist of the Year
    • 2004 R&B/Hip-Hop Album of the Year ("Confessions")
    • 2004 R&B/Hip-Hop albums Artist of the Year ("Confessions")
  • MTV Video Music Awards
    • 2004 Best Male Video ("Yeah", Usher with Ludacris and Lil Jon)
    • 2004 Best Dance Video ("Yeah", Usher with Ludacris and Lil Jon)
  • American Music Awards
    • 2004 Favorite Male Artist – Pop or Rock
    • 2004 Favorite Album – Pop or Rock ("Confessions")
    • 2004 Favorite Male Artist – Soul / Rhythm & Blues Music
    • 2004 Favorite Album – Soul / Rhythm & Blues Music ("Confessions")
  • Radio Music Awards
    • 2004 Hip-Hop Artist of the Year
    • 2004 Hip-Hop Song of the Year ("Yeah", Usher with Ludacris and Lil Jon)
    • 2004 Cingular Wireless Artist of the year
  • First Annual Nordic Music Awards
    • 2004 Top Male Artist
  • World Music Awards
    • 2005 Male Entertainer of the Year
    • 2004 Best Selling Male Artist
    • 2004 Best Selling Male Pop Artist
    • 2004 Selling Best Male R&B Artist
  • Teen Choice Awards
    • 2002 Favorite R&B Artist
    • 2002 Best Love Song ("U Got It Bad")
    • 2004 Favorite Album ("Confessions")
    • 2004 Favorite R&B Artist
    • 2004 Favorite R&B Track ("Yeah", Usher with Ludacris and Lil Jon)
    • 2004 Favorite Hook Up ("Yeah", Usher with Ludacris and Lil Jon)
  • ASCAP Awards
    • 2002 Pop Music Award ("U Got It Bad")
    • 2002 Pop Music Award ("Nice & Slow")
    • 2002 Pop Music Award ("You Make Me Wanna")
  • The 2005 MuchMusic Video Awards
    • Best International Video – Artist ("Caught Up")

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Justin Bieber Cover: The Team and Strategy Behind Making Him a Star - The Hollywood Reporter
  2. ^ Grammy Award Winners, The Recording Academy. URL consultato il 17 novembre 2008.
  3. ^ Top Selling Artists, Recording Industry Association of America. URL consultato l'8 marzo 2009.
  4. ^ Usher Raymond - Profile, E!. URL consultato il 26 aprile 2008.
  5. ^ a b c Lynda Lane, Usher: Biography, Allmusic. URL consultato il 18 novembre 2008.
  6. ^ Shaheem Reid, Usher: King Me, MTV. URL consultato il 18 novembre 2008.
  7. ^ a b c Driven: Usher, Vh1. URL consultato il 21 dicembre 2008.
  8. ^ Clover Hope, Usher in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 5 maggio 2008. URL consultato il 22 dicembre 2008.
  9. ^ Joe D'Angelo, Early Usher Recordings Get A Nubeginning, MTV, 5 febbraio 2002. URL consultato il 18 novembre 2008.
  10. ^ Usher: Billboard Albums, Allmusic. URL consultato il 18 novembre 2008.
  11. ^ a b c Usher: Biography in People, pp. 1. URL consultato il 21 dicembre 2008.
  12. ^ Andrew Hamilton, Panther: Review, Allmusic. URL consultato il 18 novembre 2008.
  13. ^ a b Gold and Platinum in Recording Industry Association of America, p. 2. URL consultato il 22 novembre 2008.
  14. ^ a b Artist Chart History - Usher in Billboard, Nielsen Business Media, Inc. URL consultato il 22 novembre 2008.
  15. ^ Margo Whitmire, Usher Notches Another No. 1 Single in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 15 luglio 2004. URL consultato il 22 novembre 2008.
  16. ^ Margo Whitmire, 'Boo!': Usher, Keys Scare Up No. 1 Single in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 21 ottobre 2004. URL consultato il 23 novembre 2008.
  17. ^ www.planeturban.com/
  18. ^ http://www.emimusicpub.com/worldwide/artist_profile/usher_profile.html
  19. ^ Fred Bonson, Chart Beat in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 6 marzo 2008. URL consultato il 22 novembre 2008.
  20. ^ a b Katie Hasty, Usher Scores Second Best Sales Debut Of '08 in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 4 giugno 2008. URL consultato il 22 novembre 2008.
  21. ^ Usher’s New Divorce Anthem: Does It Bring Him Back?, Planet Ill, 10 giugno 2009. URL consultato il 10 giugno 2009.
  22. ^ http://blogs.bet.com/music/soundOff/usher-lands-at-1-on-billboard-200-with-raymond-vs-raymond-album/
  23. ^ http://www.rnbjunk.com/usher-omg-arriva-alla-numero-uno-in-america/
  24. ^ Usher Stars In ABC's 'Geppetto': R&B Singer Continues To Toss His Hat In The Acting Ring in Sacramento Observer, 3 maggio 2000. URL consultato il 21 dicembre 2008.
  25. ^ Anita Gates, In the Mix (2005) November 24, 2005 Usher Makes Some Friends Who Are Mobsters in The New York Times, 24 novembre 2005. URL consultato il 23 novembre 2008.
  26. ^ Geoff Boucher, Usher's Next Step in Los Angeles Times, 20 agosto 2006. URL consultato il 23 novembre 2008.
  27. ^ Gail Mitchell, Usher's Label Finally Goes Live in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 21 ottobre 2005. URL consultato il 24 novembre 2008.
  28. ^ Jayson Rodriguez, Usher's New Roster Making Him Hungry For His Own Studio Time, MTV, 7 novembre 2006. URL consultato il 24 dicembre 2008.
  29. ^ Usher Fragrance
  30. ^ Natalie Finn, Usher Takes the Plunge, E!, 4 agosto 2007. URL consultato il 26 aprile 2008.
  31. ^ Jem Aswad, Usher, Tameka Raymond Welcome Baby Boy, MTV, 28 novembre 2007. URL consultato il 19 gennaio 2008.
  32. ^ Rennie Dyball, Usher Welcomes Baby No. 2 in People, Time, Inc, 11 dicembre 2008. URL consultato l'11 dicembre 2008.
  33. ^ Usher: tragico incidente per il figliastro » Musica
  34. ^ source

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 45154400 LCCN: no97066887