Università della California, Berkeley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università della California, Berkeley
The University of California 1868.svg
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Città Berkeley
Soprannome Golden Bears
Motto Fiat lux (Let There Be Light)
Fondazione 1868
Tipo pubblica
Facoltà 1950[senza fonte]
Rettore Nicholas Dirks
Studenti circa 30 000 (2006)
Sito web www.berkeley.edu
 

L'Università della California, Berkeley (conosciuta anche come UC Berkeley, Berkeley o anche solo Cal) è la più antica e la più importante tra le dieci Università della California. Fondata nel 1868, il campus si trova a Berkeley, ed occupa circa 80 ettari, più un'area non sfruttata di altri 4 km² circa sulle colline di Oakland di fronte alla Baia di San Francisco.

Gli scienziati di fisica di Berkeley ebbero un ruolo chiave nello sviluppo della bomba atomica durante la seconda guerra mondiale e della bomba ad idrogeno poco dopo. Da quel momento in poi l'Università ha gestito i due principali laboratori di armi nucleari della nazione (oggi usati a scopi pacifici) di Livermore e Los Alamos. Gli scienziati di Berkeley hanno inventato il ciclotrone, scoperto l'antiprotone, hanno avuto un ruolo importante nello sviluppo del laser, hanno spiegato i processi sottostanti la fotosintesi, hanno isolato il virus della poliomielite, progettato degli esperimenti per confermare il Teorema di Bell, e scoperto molti elementi inclusi il Seaborgio, Plutonio, Berkelio, Laurenzio e Californio. Agli scienziati informatici di Berkeley è dovuta la creazione della BSD. La facoltà di Berkeley si è distinta per molti altri riconoscimenti, vincendo quattro medaglie Fields in matematica, e nove premi dalla prestigiosa James S. McDonnell Foundation.

Berkeley ha una certa notorietà anche nel campo dell'attivismo studentesco. Il Free Speech Movement (Movimento per la Libertà di Parola) del 1964, una protesta che iniziò quando l'università cercò di espellere gli elementi più politicizzati dal campus, e le rivolte di People's Park (Parco del Popolo) sempre nel 1964, facevano parte della protesta studentesca che avvenne un po' ovunque per tutti gli anni sessanta, ed associata con la controcultura hippie. Tuttavia, pur avendo alle spalle questo passato di attivismo studentesco, il campus di Berkeley è decisamente pacifico, con numerose e tranquille aree verdi, e con alcune costruzioni di valore architettonico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1866, la terra su cui sorge adesso il campus di Berkeley fu acquistata dal College privato della California (fondato nel 1855 dal sacerdote congregazionalista Henry Durant). Non avendo abbastanza fondi per poter funzionare, il College della California si unì con il College statale di Arti Meccaniche, Minerarie e Agrarie, formando l'Università della California il 23 marzo 1868. Henry Durant fu il primo preside. Nel 1869, l'università aprì ad Oakland stabilendosi negli edifici del College di California. Nel 1873, dopo il completamento dell'ala Nord e Sud, l'università si spostò nella sua posizione attuale con 167 studenti maschi e 222 studentesse.

L'università crebbe sotto la direzione di Benjamin Ide Wheeler, che fu Preside dell'Università dal 1899 al 1919. La reputazione non fece che crescere quando il Presidente Wheeler riuscì a creare nuove facoltà nel campus e a trovare fondi per la ricerca e le borse di studio. Il campus cominciò ad assomigliare ad una odierna università con le costruzioni neoclassiche dell'architetto John Galen Howard. Questi edifici formano il cuore della struttura attuale dell'università di Berkeley.

Robert Gordon Sproul divenne Preside nel 1930, e mentre era in carica (vi rimase per 28 anni), l'Università di Berkeley si guadagnò il riconoscimento internazionale come centro di ricerca universitario. Prima dell'incarico, Sproul visitò per sei mesi le altre università e college per studiarne i metodi sia educativi che amministrativi, ed anche per creare delle conoscenze che gli avrebbero in seguito permesso di attirare molti figure di talento.

A dispetto dei tagli ai fondi dovuti alla Grande depressione ed alla Seconda guerra mondiale, Sproul riuscì a mantenere un eccellente livello di ricerca accademico cercando finanziamenti privati. Nel 1942, il Consiglio Americano sull'Educazione riconobbe la qualità dell'Università di Berkeley, classificandola dietro solamente all'Università di Harvard.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il Laboratorio di Radiologia di Berkeley di Ernest Orlando Lawrence, situato nelle colline sopra Berkeley stipulò degli accordi con la U.S. Army per sviluppare la bomba atomica, basandosi sulle ricerche di avanguardia di Berkeley sulla fisica nucleare (inclusa la scoperta, a quel tempo segreta, del plutonio da parte di Glenn Seaborg). Il professore di fisica J. Robert Oppenheimer fu nominato capo responsabile scientifico del Progetto Manhattan nel 1942. La Stanza 307 della Gilman Hall, dove Seaborg scoprì il plutonio, è ora un Sito Storico Nazionale. Insieme i successori del Radiation Lab (Laboratorio di Radiologia), del Lawrence Berkeley National Laboratory, l'Università di Berkeley gestisce altri due laboratori, il Los Alamos National Laboratory e il Lawrence Livermore National Laboratory, che furono fondati rispettivamente nel 1943 e nel 1952.

Durante il Maccartismo nel 1949, il Board of Regents (consiglio direttivo) adottò un giuramento di fedeltà anticomunista che doveva essere firmato da ogni dipendente dell'Università della California. Alcuni membri della facoltà si rifiutarono di firmare il giuramento e furono dimessi dagli incarichi. Furono riassunti (con gli arretrati) nelle loro posizioni dieci anni dopo. Ad uno di questi, Edward C. Tolman—il famoso psicologo comparativo—, è stato dedicato un edificio che adesso ospita i dipartimenti di psicologia ed educazione. Ancora oggi è richiesto ad ogni dipendente il giuramento di "sostenere e difendere la Costituzione degli Stati Uniti e la Costituzione dello Stato della California contro tutti i nemici sia stranieri che domestici".

Nel 1952 l'Università della California divenne una entità separata rispetto al campus di Berkeley, in seguito ad una grande ristrutturazione del sistema universitario californiano. Ad ogni campus fu data una relativa autonomia ed un proprio rettore. Sproul prese la presidenza dell'intero sistema universitario della California, e Clark Kerr divenne il primo Rettore dell'Università di Berkeley.

I riconoscimenti accademici dell'Università furono alterati nel 1964 dall'attivismo dei suoi studenti durante il Free Speech Movement (Movimento per la Libertà di Parola). Edwin Pauley, un membro del consiglio di amministrazione, chiese aiuto al Direttore della CIA John McCone e al Direttore dell'FBI J. Edgar Hoover, e gli furono mostrati dei rapporti dell'FBI che discreditavano il Rettore Clark Kerr ed altre persone (questa notizia non fu confermata che nel 2002, dopo 17 anni di battaglia legale sulla libertà di informazione). La protesta studentesca durò fino ai primi anni settanta, talvolta in modo più violento che nel periodo del Free Speech Movement. Nel 1969, un gruppo di studenti rivendicò un edificio vuoto che l'università stava per convertire in dormitorio, chiamandolo "People's Park" (Parco della Gente/Popolo). Il governatore della California Ronald Reagan — che aveva dichiarato in campagna elettorale che avrebbe "sistemato la confusione" a Berkeley, e che poche settimane dopo il suo insediamento fece in modo di far licenziare il Preside Clark Kerr, perché non aveva avuto la mano pesante con il Free Speech Movement — chiamò le truppe della Guardia Nazionale degli Stati Uniti. L'Università alla fine si arrese alle richieste degli studenti, ma non prima che una dozzina di persone fossero ferite, un poliziotto accoltellato, e uno studente ucciso.

Memorial Glade, al centro del campus di Berkeley.

Oggi gli studenti di Berkeley sono politicamente meno attivi dei loro predecessori ed hanno opinioni simili alla maggioranza degli studenti universitari statunitensi.

Storia militare[modifica | modifica wikitesto]

Le forze armate sono state e continuano ad essere una parte integrante dell'Università di Berkeley fin dalla sua nascita. Difatti l'addestramento militare è stato obbligatorio nell'università dal 1870 al 1962.

L'Università della California sorse nel 1868 dalla fusione dell'indebitato College della California e il College statale di Arti Meccaniche, Minerarie e Agrarie (una istituzione pubblica formata nel 1866). Quest'ultima fu creata dallo Stato per avvantaggiarsi di una legge federale (Morrill Land-Grant Colleges Act) del 1862, che concedeva agli Stati dei privilegi su terre demaniali se vi avessero fondato una scuola pubblica che insegnasse arti meccaniche, agrarie e tattica militare.

Così nacque il precursore del Corpo degli Ufficiali Istruttori Riservisti (Reserve Officer Training Corps, ROTC). In cambio della concessione di 600 km² di terreno, ai primi studenti universitari dell'Università della California fu richiesto che per due ore la settimana e per quattro anni fossero istruiti in tattica, cavalcata, costruzione di accampamenti, ingegneria militare e fortificazioni. Nel North Hall, che non esiste più, c'era un tempo un'armeria.

I rapporti del 1902 del presidente dell'università affermano che "I Cadetti dello scorso anno sono stati almeno 866. I gradi di luogotenente in seconda nelle forze armate regolari sono stati conferiti a diversi uomini che si sono distinti come ufficiali nell'Università dei Cadetti. C'è da sperare che il Dipartimento di Guerra consoliderà definitivamente la politica dei riconoscimenti ai graduati di ogni anno che abbiano mostrato la migliore abilità nelle occupazioni militari."

Nel 1904, la richiesta di servizio fu abbassata a 2 anni, e nel 1917 fu fondato il Corpo degli Ufficiali Istruttori Riservisti (Reserve Officer Training Corps, ROTC), rimasto più o meno simile a quello di adesso.

Durante la Seconda guerra mondiale, i militari aumentarono la propria presenza nel campus, per cercare continuamente nuove reclute per il corpo degli ufficiali istruttori. Le forze armate rilevarono la Bowles Hall, un dormitorio, e la marina rilevò la International House e altre associazioni per i suoi allievi. Nel 1944, più di 1000 uomini del personale della marina studiavano a Berkeley, più o meno uno studente su quattro.

Con la fine della guerra ed la conseguente nascita dell'attivismo studentesco, l'amministrazione dell'università cedette alle pressioni degli studenti e terminò l'addestramento obbligatorio nel 1962.

L'ex segretario della difesa Robert McNamara e l'ex Comandante in Capo delle Forze Armate Frederick C. Weyand sono ambedue usciti dai corsi del Corpo degli Ufficiali Istruttori Riservisti (ROTC).

Architettura nel campus[modifica | modifica wikitesto]

Il campus è circa 5 km² nella sua totalità, sebbene la parte principale sia nella parte più occidentale di circa 0.7 km². Il campus confina ad ovest con il centro della città di Berkeley, a nord con la parte più vecchia della città, e ad est con il Laboratorio Nazionale Lawrence e dalle colline di Berkeley. La parte sud del campus comprende gli alloggi degli studenti e la Telegraph Avenue, una via piena di negozi.

Il campus è diviso in due da un corso d'acqua, lo Strawberry Creek. Molti alberi risalgono al tempo della fondazione dell'Università nel 1870. Il campus ha anche diverse zone boscose, come Founders' Rock, Faculty Glade, Grinnell Natural Area, e la Eucalipto Grove.

Molte unità di ricerca si affacciano sul campus dai piedi delle colline orientali, soprattutto lo Lawrence Berkeley National Laboratory, lo Space Sciences Laboratory, il Mathematical Sciences Research Institute, e il Lawrence Hall of Science.

La città di Berkeley è punteggiata da alloggi residenziali e costruzioni amministrative, specialmente nella zona sud del campus.

Nel campus e nelle zone circostanti ci sono molti edifici progettati agli inizi del ventesimo secolo dall'architetto John Galen Howard, da Bernard Maybeck (meglio conosciuto per il Palace of Fine Arts (Palazzo delle Belle Arti) di San Francisco), e da Julia Morgan allieva di Maybeck. Gli edifici successivi furono disegnati da altri architetti come Charles Willard Moore (Haas School of Business) e Joseph Esherick (Wurster Hall).

South Hall (1873), uno dei due edifici originali che ancora esistono a Berkeley della vecchia Università della California

Ben poco rimane dell'originaria Università della California (c. 1868–1903), con le sole eccezioni del South Hall in stile vittoriano e la Piedmont Avenue disegnata da Frederick Law Olmsted.

Costruita nel 1873, il South Hall è il più antico edificio universitario della California. Quella che oggi è considerata la parte storica del campus è il risultato della "Competizione Internazionale per il Piano Architettonico di Phoebe Hearst per l'Università della California" del 1898, finanziato dalla madre di William Randolph Hearst e che fu inizialmente tenuto in Belgio nella città di Anversa (gli undici finalisti furono giudicati di nuovo a San Francisco nel 1899).

Howard disegnò più di venti edifici, che dettero l'impronta al campus fino alla sua espansione negli anni cinquanta e sessanta. Tra gli atri ci furono il Hearst Greek Theatre (Teatro Greco), il Hearst Memorial Mining Building, Doe Memorial Library, California Hall, Wheeler Hall, (Old) Le Conte Hall, Gilman Hall, Haviland Hall, Wellman Hall, Sather Gate, e la Torre Sather alta 95 metri (soprannominata "il Campanile" perché ispirato al Campanile di San Marco a Venezia).

Alcuni edifici dovevano essere solo temporanei o non particolarmente austeri, e furono disegnato col tetto in legno in stile gotico, come la North Gate Hall, Dwinelle Annex, e Stephens Hall. Molti tra questi edifici sono oggi nel Registro dei Siti Storici della Nazione.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

La carica di Rettore (Chancellor) fu creata nel 1952 durante la riorganizzazione e l'espansione dell'Università della California; da allora ci sono stati nove Rettori:

Rettori (Chancellors) dell'Università di Berkeley Periodo
1 Clark Kerr (1952–58)
2 Glenn T. Seaborg (1958–61)
3 Edward W. Strong (1961–65)
4 Martin E. Meyerson (1965, acting)
5 Roger W. Heyns (1965–71)
6 Albert H. Bowker (1971–80)
7 Ira Michael Heyman (1980–90)
8 Chang-Lin Tien (1990–97)
9 Robert M. Berdahl (1997–2004)
10 Robert J. Birgeneau (2004–-oggi)

College e scuole[modifica | modifica wikitesto]

Gli oltre 130 programmi e dipartimenti accademici di Berkeley sono organizzati in 14 College e Scuole. (I "College" sono sia per gli studenti che per i già laureati, mentre le Scuole sono generalmente per i soli laureati)

Nomi[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene Berkeley sia il campus più rinomato del sistema universitario californiano, il termine Università della California non viene usato per il campus se non per le squadre sportive universitarie. Il nome ufficiale del campus è Università della California, Berkeley. Di solito il campus viene informalmente chiamato Cal, UC Berkeley o solo Berkeley. Le squadre di atletica sono chiamate California Golden Bears o semplicemente Cal Bears, ma la parola "Berkeley" non è mai usata per riferirsi a loro. Al di fuori dello sport, il termine Università della California si riferisce generalmente all'intero sistema universitario californiano. L'ufficio del campus per i diritti sui marchi registrati non permette l'uso del termine Cal Berkeley, sebbene sia usato colloquialmente. Al contrario della maggior parte delle università della California, che sono comunemente note con le loro iniziali, l'uso di UCB è scoraggiato, e il dominio internet è registrato sotto il nome di berkeley.edu

Talvolta Berkeley viene scambiata con il Berklee College of Music, una scuola privata di musica di Boston, Massachusetts, o anche con il Berkeley College, un college privato con campus a New York e nel New Jersey.

Corsi di studio[modifica | modifica wikitesto]

I programmi accademici di Berkeley sono considerati tra i migliori al mondo fin dalla Seconda Guerra Mondiale, ed anche indagini del Consiglio Nazionale sulla Ricerca hanno elogiato l'università per la vasta gamma di competenze accademiche, non solo in matematica, scienza ed ingegneria, ma anche nelle arti umanistiche e nelle scienze sociali.

Berkeley offre più di 7000 corsi di studio in quasi 300 programmi di laurea. Il rapporto tra studenti e professori è di circa 15 a 1, uno dei più bassi tra le università pubbliche e gli studenti per classe sono mediamente 30. Tuttavia, non è insolito che nelle prime classi ci siano centinaia di studenti, e alcuni professori di Berkeley sono criticati per il loro eccessivo interesse per la ricerca piuttosto che per l'insegnamento.

La facoltà di Berkeley comprende 221 appartenenti alla American Academy of Arts and Sciences, 83 Fulbright Scholars, 139 Guggenheim Fellows, 87 membri del National Academy of Engineering, 132 membri della National Academy of Science, 10 vincitori del Premio Nobel 3 vincitori del Premio Pulitzer, 84 Sloan Fellows, e sette vincitori del Premio Wolf. Ben 61 vincitori del Nobel sono associati all'università, sei volte in più di qualsiasi altra nel mondo.

Iscrizioni al campus[modifica | modifica wikitesto]

Le seguenti statistiche si riferiscono alle iscrizioni dell'autunno 2005 e sono state pubblicate dal sistema universitario della California:

  • Totale Iscritti: 33558
  • Studenti universitari iscritti: 23482
Donne: 12640
Uomini: 10842
  • Laureati iscritti: 10076
Donne: 4643
Uomini: 5433
  • Studenti universitari per etnia:
Afroamericani: 3,5%
Nativi americani: 0,5%
Asiatici o delle isole del Pacifico: 41,4%
Latino o Latino americano: 10,6%
Bianchi: 31%
Altro: 1,6%
Non indicato: 8,1%
Internazionali: 3,3%
  • Studenti universitari che alloggiano nel campus: 28%

Graduatorie[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il United States National Research Council (Consiglio Nazionale delle Ricerche degli Stati Uniti), Berkeley viene classificata al primo posto nel numero di programmi di laurea tra quelli che sono tra i migliori dieci nel loro settore (97%, 35 programmi su 36).

La classifica delle migliori università al mondo fatta nel 2005 dal Times vedeva Berkeley al sesto posto nel mondo, e un altro istituto lo posizionava al quarto posto nel 2005 e nel 2006. Queste graduatorie misurano la qualità degli alunni e dei professori, la loro reputazione accademica, così come i premi vinti, gli articoli pubblicati, il rapporto tra il numero di studenti e quello dei professori, il numero di citazioni, ed il rendimento in relazione alla dimensione del campus.

L'ammissione all'università[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 Berkeley ha ammesso 9.836 nuovi studenti su 42.000 selezionati, una media quindi del 23,5%. La media dei voti delle persone ammesse come nuovi iscritti nel 2005 è di 4,33 nella scala GPA, e quelli immatricolati nel 2006 avevano un voto medio di 4,26, e un punteggio medio di 1975 su 2400 sul test di ammissione. Il 99% degli immatricolati a Berkeley erano tra i migliori 10 dei loro corsi di studio superiori.

Le selezioni dei laureati variano a seconda del dipartimento, sebbene nel ne siano stati ammessi 3444 su 18333 ammessi alle selezioni, una percentuale di successo del 18,3%.

Le biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

Le 32 biblioteche di Berkeley condividono con University of Illinois la quarta posizione tra le più grandi biblioteche universitarie degli Stati Uniti, sorpassata soltanto dalla Library of Congress, la Harvard, e la Yale. Nel 2006 le biblioteche di Berkeley contenevano più di 11 milioni di volumi e più di 70.000 periodici. Le biblioteche coprono insieme un'area di quasi 50.000 m² e sono uno dei più grandi complessi bibliotecari del mondo.

Il contributo all'Informatica[modifica | modifica wikitesto]

Unix, filiation of Unix systems

L'Università di Berkeley ha partecipato allo sviluppo di un gran numero di tecnologie fondamentali associate all'informatica come Internet, il software libero e il movimento Open Source. La prima Berkeley Software Distribution, comunemente nota come BSD Unix, fu assemblata nel 1977 da Bill Joy, uno studente laureato nel dipartimento di scienze informatiche. Joy sviluppò anche la versione originale del vi. PostgreSQL nacque da una ricerca fatta in facoltà alla fine degli anni settanta. Sendmail fu sviluppata a Berkeley nel 1981. BIND (Berkeley Internet Name Domain package) fu scritto più o meno nello stesso periodo da un team di laureati. Il linguaggio di programmazione Tcl e il tool Tk per creare GUI furono sviluppati nel 1988 da John Ousterhout, un membro della facoltà. SPICE ed espresso, dei tool molto comuni per la programmazione di circuiti integrati., furono inventati a Berkeley sotto la guida del professor Donald Pederson, così come le tecnologie RAID e RISC.

Forse il più importante contributo fatto all'informatica dall'Università di Berkeley sono stati gli l'algoritmi e l'analisi dell'aritmetica floating-point, condotta dal Professor William Kahan. Questi studi forniscono anche oggi un profondo contributo allo standard IEEE 754.

Il XCF, un gruppo di ricerca per studenti universitari situato in Soda Hall, è il responsabile di molti progetti software importanti, come GTK+, The GIMP, e lo studio iniziale del Morris worm. Nel 1992 Pei-Yuan Wei, uno studente del XCF, creò ViolaWWW, uno dei primi web browser grafici. ViolaWWW fu il primo browser ad avere al sui interno oggetti con script, fogli di stile e tabelle. Nello spirito Open Source, regalò il codice alla Sun Microsystems, ispirando gli applet Java. ViolaWWW ispirò anche i ricercatori del National Center for Supercomputing Applications a creare il browser Mosaic.

SETI@home è stato uno dei primi progetti distribuiti di maggior successo, permettendo a molti entusiasti di contribuire, anche soltanto in modo amatoriale, alla ricerca scientifica donando i cicli inutilizzati del proprio computer sotto forma di uno screen saver.

Con un esempio molto interessante di confluenza tra idee molto lontane, molti argomenti sull'efficienza dello sviluppo Open Source, e dello stesso progetto Wikipedia, si trovano negli scritti di pianificazione urbanistica e architettonica pubblicati alla fine degli anni settanta da Christopher Alexander, un professore di Architettura di Berkeley. Contemporaneamente John Searle, un professore di filosofia di Berkeley, scrisse una critica dell'intelligenza artificiale usando la metafora della Stanza cinese.

Berkeley ha stipulato diversi accordi con Google, Intel, Microsoft, Sun Microsystems, e Yahoo!. Una lista di ricerche e attività editoriali condotte a Berkeley:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Siti ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]