Samuel R. Delany

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Samuel R. Delany

Samuel Ray Delany Jr. (New York, 1 aprile 1942) è uno scrittore, glottoteta e critico letterario statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Delany nacque nel 1942 da un'importante famiglia nera e crebbe ad Harlem. Sua madre, Margaret Delany, lavorava presso la biblioteca pubblica di New York mentre il padre gestì, dal 1938 fino alla sua morte, avvenuta nel 1960, un servizio di pompe funebri, Levy and Delany Funeral Home sulla 7th Avenue ad Harlem.

Alle scuole superiori Delany incontrò la poetessa Marilyn Hacker, che sarebbe poi divenuta sua moglie nel 1961 e dalla quale avrebbe avuto una figlia. Tuttavia egli era un convinto bisessuale, e la stessa moglie era prevalentemente orientata verso i rapporti lesbici. Entrambi hanno avuto così varie relazioni omosessuali durante il matrimonio. Dopo diversi anni di separazione, i due hanno divorziato nel 1980, restando però in buoni rapporti.

Delany ha iniziato a scrivere storie di fantascienza intorno ai vent'anni. Ha pubblicato, con un buon riscontro, ben nove romanzi tra il 1962 e il 1968, oltre a varie storie brevi. Il suo decimo e più popolare romanzo, Dhalgren, fu pubblicato nel 1974. Tra la fine degli anni settanta e gli anni ottanta si dedicò al ciclo di Ritorno a Nevèrÿon composto da quattro romanzi.

Delany ha inoltre pubblicato varie autobiografie più o meno romanzate relative alla sua vita come scrittore nero e gay nell'ambito di un matrimonio aperto, inclusa The Motion of Light in Water vincitrice di un premio Hugo.

Dal 1988 ha insegnato lettere e letteratura comparata in varie università. Nota è anche la sua attività come critico letterario, per la quale ha ricevuto il Pilgrim Award nel 1985.

Delany ha ricevuto la nomina a Damon Knight Memorial Grand Master 2013, il più prestigioso riconoscimento alla carriera che viene assegnato nell'ambito della fantascienza.[1]

Temi[modifica | modifica wikitesto]

I temi prevalenti e ricorsivi nell'opera di Delany sono la mitologia, la memoria, il linguaggio e la percezione. La maggior parte dei suoi romanzi trattano uno o più di questi elementi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Serie del ritorno a Nevèrÿon[modifica | modifica wikitesto]

  • Storie di Nevèrÿon (Tales of Nevèrÿon) (raccolta di storie brevi) (1979)
  • The Tale of Signs and Cities (1983)
  • Flight from Nevèrÿon (1985) (romanzo breve)
  • Return to Nevèrÿon (1994)

Storie brevi (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

  • (Si, e Gomorra) (Aye, and Gomorrah) (Premio Nebula 1967)
  • Il tempo considerato come una spirale di pietre semipreziose (Time Considered as a Helix of Semi-Precious Stones) (Premio Hugo)
  • La fossa di Slash (Driftglass)
  • Stella imperiale (Empire Star)
  • Il buco tra le stelle (The Star Pit)
  • Cane in una rete di pescatore (Dog in a Fisherman's Net)
  • Corona (Corona)

Nonfiction[modifica | modifica wikitesto]

Critica letteraria[modifica | modifica wikitesto]

Memorie e lettere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "2013 Damon Knight Memorial Grand Master Award: Samuel R. Delany". SFWA. December 4, 2013. Retrieved 2013-12-06.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84979632 LCCN: n79111493