Portale:Antroponimi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Portale Antroponimi
Onyma.png

Benvenuti nel Portale Antroponimi, pagina che raccoglie le voci riguardanti l'onomastica e gli argomenti ad essa correlati.

Per vedere le ultime modifiche pulisci la cache.

Antroponimi

L'antroponimo è il nome proprio che identifica una persona: esso viene attribuito alla persona alla nascita e ha la funzione di identificare e distinguere un determinato individuo all'interno della collettività.

Nella cultura della maggior parte dei paesi occidentali, compresa quella italiana, esso è composto da due elementi: il prenome e il cognome. In altre culture, ulteriori elementi onomastici affiancano o sostituiscono prenome e cognome: ad esempio, patronimici o matronimici.

Lo studio degli antroponimi è detto antroponimia o antroponomastica, e rientra nella categoria più vasta dell'onomastica, cioè lo studio del significato e dell'origine dei nomi propri di persona.

Prenome

Il prenome è il nome individuale di una persona, che, assieme al cognome, forma l'antroponimo. Il termine "prenome" è usato perlopiù in contesti accademici e giuridici, e nel linguaggio parlato viene frequentemente sostituito dai termini più generici nome di battesimo, primo nome, nome proprio di persona, nome proprio o soltanto nome.

Prenome in evidenza
Illustrazione raffigurante Sigfrido
Sigfrido

Deriva dal nome germanico Sigifrid, formato dalle radici sigu ("vittoria", in tedesco moderno sieg) e frid ("pace ", in tedesco moderno fried), e viene variamente interpretato come "tranquillo nella vittoria", "colui che assicura con la vittoria la pace" e via dicendo. È giunto in Italia per tradizione longobarda e francone nelle forme latinizzate Sigifredus e Sigefredus. Deve la sua notorietà alla popolarità a Sigfrido, eroe delle leggende germaniche e personaggio principale de La canzone dei Nibelunghi. La forma Siegfried, propriamente tedesca, è diffusa in Italia nella provincia autonoma di Bolzano.

Questo nome non va confuso né con il femminile Sigrid (che ha, fra l'altro, una variante Sigfrid), né con Sigurd, un altro nome con cui viene chiamato l'eroe germanico Sigfrido, dovuto alla presenza di un personaggio corrispondente nella Saga dei Völsungar norrena.

L'onomastico si festeggia il 15 febbraio in memoria di san Sigfrido di Växjö, vescovo ed evangelizzatore della Svezia, morto nel 1045. Con questo nome si ricordano anche un abate il 22 agosto e un vescovo di Carpentras (chiamato anche Siffredo) il 27 novembre.

Lo sapevi che...
Nuvola apps filetypes orange.svg
Ultime voci create
Cognome

Il cognome è quella parte dell'antroponimo che indica a quale famiglia appartiene la persona che lo porta. In italiano è uso corretto scrivere il cognome dopo il prenome, eccetto nei casi in cui sia indispensabile o logica l'anteposizione, come negli elenchi alfabetici. Esiste, tuttavia, a livello popolare, anche l'usanza opposta.

Cognome in evidenza
Un bagolaro fotografato in Catalogna
Frigerio

Il cognome Frigerio deriva dal nome dialettale lombardo del bagolaro (Celtis australis L.), albero chiamato frigié (Como), frigè (Pavia) frigée o freggée (Milano), frégié (Ticino), detto pure spaccasassi, per la forza delle sue radici nel rompere sassi anche di notevoli dimensioni, e il cui legno flessibile dei rami serviva una volta per fabbricare fruste.

La forma Frigerio è una derivazione latina da frigée, dove la e lunga è stata rimpiazzata dal suffisso -erius, diventato poi in italiano -erio.

Delle etimologie false e fantasiose ne fanno una derivazione gotica, franca o germanica (ad es. Frigerido).

I 10 nomi più diffusi...
Navigare tra i nomi
Maschili e femminili

La prima distinzione che si può fare fra i nomi è per genere. Di norma, i nomi sono maschili oppure femminili, sebbene esistano anche svariati casi di nomi utilizzati per entrambi i generi.
A questo genere di distinzione fa riferimento la Categoria:Prenomi per genere, con le sue sottocategorie Prenomi maschili, Prenomi femminili e Prenomi sia maschili che femminili.

Prenomi per cultura

Altra importante distinzione si può fare riguardo alla cultura (e quindi, alla lingua) nella quale un nome viene utilizzato. La maggioranza dei nomi è presente, in forme diverse, in svariate culture. Su Wikipedia in italiano si dà precedenza alla forma italiana, e quindi il nome di origine ebraica Maryam si è incluso fra i nomi italiani, nella forma Maria, e non tra gli inglesi (Mary), i francesi (Marie) e via dicendo. Va da sé che la categoria dei nomi italiani è quindi la più popolosa, tuttavia esistono nomi che non hanno un corrispettivo italiano (ad esempio l'inglese Brittany, il giapponese Sakura, lo scandinavo Sigurd), e vengono quindi trattati tenendo come base la forma in un'altra lingua.
Questo tipo di suddivisione può essere consultato nella Categoria:Prenomi per lingua.

Prenomi per lingua di origine

Ogni nome, fatta eccezione per quelli la cui origine è ignota, può essere rincondotto ad una lingua di origine. La maggioranza dei nomi utilizzati in italiano ha radici greche, latine, germaniche o semitiche, ma vi sono altre origini possibili. Sapevi, ad esempio, che Teodoro e Teodorico, pur essendo simili, sono l'uno greco e l'altro germanico?
Questo tipo di suddivisione può essere consultato nella Categoria:Prenomi per lingua di origine.

Ulteriori categorie
Ipocoristici

Si chiamano ipocoristici quei nomi che si sono originati tramite la modificazione fonetica di un nome già esistente; in genere si tratta di troncamenti, nel linguaggio comune chiamati erroneamente "diminutivi". Esempi tipici sono nomi quali Lele, Nino e Gina.
Sapevi che "Dante" è un ipocoristico di Durante, che dal troncamento di Lorenzo risulta Renzo, e che Nadia è una contrazione di Nadežda?

Tutti i nomi che hanno un'origine analoga sono raccolti nella Categoria:Ipocoristici

Alterazioni

Le alterazioni più frequenti nei nomi proprio di persona sono i diminutivi, ma si registrano anche vezzeggiativi e persino accrescitivi. Spesso queste forme alterate finiscono per diventare nomi a sé stanti. Esempi sono Lionello (da Leone), Marica (da Maria) e Rossella (da Rossa).

Tutti i nomi formatisi in questo modo sono raccolti nella Categoria:Prenomi nati per alterazione.

Nomi composti

Frequente è l'uso di unire due nomi separati, formandone uno unico. Molto diffusi sono ad esempio composti basati su Gianni, Piero, Anna e Maria, ad esempio Gianpietro e Annalisa.
Questo tipo di nome può avere anche ragioni devozionali: ad esempio Giovanni Battista deve la sua diffusione all'omonimo santo, e sono assai numerosi i nomi composti di ispirazione mariana (vedi più sotto).

Tutti i nomi composti sono raccolti nella Categoria:Prenomi composti.

Etnonimi
Earth simple icon.png

Molti nomi si sono originati come etnonimi; ovvero, erano appellativi e soprannomi che indicavano la provenienza di una persona da un determinato luogo o la sua appartenenza a qualche popolazione. Ad esempio, Gaetano e Sebastiano indicano rispettivamente un abitante di Gaeta e uno di Sebaste, mentre Giuditta sta per "donna giudea". Cinzia e Delia erano epiteti di Apollo e Artemide, che ne indicavano la provenienza dal monte Cinto, sull'isola di Delo.

I nomi derivati da etnonimi sono raccolti nella Categoria:Prenomi derivati da etnonimi.

Nomi derivati da cognomi

Si contano molti nomi, specie nella cultura inglese e statunitense, che erano originariamente cognomi, e sono stati poi utilizzati come prenomi. Ciò poteva succedere, in origine, per onorare una famiglia o una persona: ad esempio, Gordon veniva imposto in memoria del generale britannico Charles George Gordon, che perì nell'assedio di Karthoum. Alcuni sono stati diffusi da opere letterarie o cinematografiche, come Scarlett e Madison.

I nomi derivati da cognomi si possono trovare nella Categoria:Prenomi derivati da cognomi.

Nomi derivati da toponimi
Map-icon.svg

Esistono anche molti nomi che riprendono chiaramente dei toponimi, ovvero nomi di luoghi. Tra le sotto-categorie si possono distinguere nomi derivati da fiumi (Sabrina, Shannon, Volturno), da città (Vienna, Rochelle, Larissa) e da regioni o nazioni (Gwyneth, Lorena, Argentina). Alcuni di questi nomi vengono utilizzati per ragioni patriottiche o nazionalistiche (fra gli esempi italiani Roma, Stelvio e Italia), altri per motivi religiosi (Lourdes, Saverio), ma il motivo può anche essere puramente fonetico.

I nomi che hanno questa origine sono raccolti nella Categoria:Prenomi derivati da toponimi.

Fitonimi
Nuvola apps kuickshow.png

Nelle più disparate culture si ritrovano nomi che richiamano le piante: tali nomi vengono definiti fitonimi (dal greco φυτόν, phytòs, "pianta"). Molti di questi nomi, specie quelli che riprendono i fiori (Rosa, Viola, Iris...), sono tipicamente affettivi o augurali e richiamano la bellezza e la delicatezza di tali piante, ma vi sono svariate eccezioni: per esempio, il nome Ivo richiama il tasso, albero sacro presso i Celti, mentre Laura indica l'alloro, simbolo di sapienza e gloria.

Questi nomi sono raccolti nella Categoria:Prenomi derivati da fitonimi.

Zoonimi
War Hawk.svg

Numerosi sono anche i nomi che si ispirano agli animali, gli zoonimi (dal greco ζῷον, zōon, animale"): di solito, questi nomi vogliono richiamare le virtù che, nelle varie culture, vengono attribuite a questi animali. Ad esempio, sapevi che Giona, Paloma e Colombo fanno tutti riferimento alla colomba, come simbolo di purezza? E che Orsola e Björn evocano la forza e la resistenza dell'orso?

I nomi che condividono questa origine sono raccolti nella Categoria:Prenomi derivati da zoonimi.

Nomi di origine letteraria
Accessories-dictionary.svg

Seppure non così diffusi, esistono, contando anche esempi notevoli, nomi che sono stati creati da scrittori e poeti per essere usati nelle loro opere, e sono successivamente entrati nell'uso comune. Per esempio, Miranda, Olivia e Jessica sono creazioni di Shakespeare, mentre Vanessa lo si deve a Jonathan Swift. Molti di questi nomi sono femminili, ma fra gli esempi maschili si trova, ad esempio, Doriano, un aggettivo etnico che venne adattato a prenome da Oscar Wilde.

Questi nomi sono inclusi nella Categoria:Prenomi di origine letteraria.

Nomi teoforici
Religious syms gold.svg

Sono moltissimi, e presenti in culture disparate, i nomi che possono essere definiti teoforici, ovvero che riflettono il culto di una divinità. Sapevi, ad esempio, che il nome germanico Gottlieb, il greco Teofilo e il latino Amedeo hanno lo stesso significato teoforico? E che la stragrande maggioranza dei nomi di origine ebraica che terminano in "-ia" (Elia, Tobia...) e in "-ele" (Gioele, Raffaele...) ricadono in questa categoria?

Trovi i nomi teoforici nella Categoria:Prenomi teoforici.

Nomi biblici
Icona-Bibbia2.png

La Bibbia, libro sacro per la religione ebraica e per quella cristiana, ha avuto un impatto molto profondo sull'onomastica. Sono moltissimi i nomi presenti nei suoi testi, e in molti casi è proprio la loro presenza lì ad averne determinato la diffusione. Sapevi che anche per nomi apparentemente "moderni" come Tamara, Debora, Lois e Candace, può essere tracciata un'origine biblica?

I nomi presenti nella Bibbia sono inclusi nella Categoria:Prenomi di origine biblica.

Il culto mariano
Blessed Virgin Mary.jpg

In paesi dalle profonde radici cristiane, specie cattoliche, quali la Spagna e l'Italia, ma anche i paesi baschi e l'ortodossa Grecia, sono molto comuni i nomi che devono la loro origine e la loro diffusione esclusivamente alla devozione verso la Vergine Maria. Esempi immediati sono gli italiani Concetta e Annunziata, e gli spagnoli Consuelo e Dolores.

Tutti i nomi che riflettono la venerazione per la Madonna sono raccolti nella Categoria:Prenomi ispirati al culto mariano.

Albero delle categorie
Portali correlati
Kuser.png Crystal Clear app Login Manager.png Nuvola apps kmessedwords.png Stub sociologia.png Filippo Maria Visconti.jpg
Portale:Antropologia Portale:Biografie Portale:Linguistica Portale:Sociologia Portale:Storia di famiglia