Nordafrica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Macroregione ONU del Nordafrica.

Il termine Nordafrica designa la parte settentrionale dell'Africa, separata dal resto del continente ("Africa subsahariana") dal deserto del Sahara. Questo vale in un senso generale; nello specifico, il termine "Nordafrica" può avere varie accezioni a seconda del contesto di riferimento.

Il "Nordafrica" ONU[modifica | modifica sorgente]

Il Nordafrica è una delle macroregioni in cui le Nazioni Unite hanno diviso per convenzione l'Africa. Esso include 8 Stati:

Il Nordafrica geografico[modifica | modifica sorgente]

Da un punto di vista geografico, in aggiunta agli Stati anzidetti si possono considerare appartenenti al Nordafrica anche:

oltre alle Azzorre, alle Canarie, Madera e le enclave spagnole di Ceuta e Melilla

Nordafrica.png

Il Nordafrica "berbero" (Tamazgha)[modifica | modifica sorgente]

Nell'uso più comune[senza fonte] e geografico, però, il termine Nordafrica si riferisce ai territori compresi tra il mar Mediterraneo a nord e i limiti meridionali del Sahara a sud; tra l'oceano Atlantico a ovest e le parti occidentali dell'Egitto a est. L'Egitto con la valle del Nilo, per la sua particolare situazione storica e geografica viene spesso considerato a sé (oltretutto, non va dimenticato che la penisola del Sinai, regione dell'Egitto, è fisicamente parte del continente asiatico).

Si tratta sostanzialmente delle regioni storicamente abitate da popolazioni autoctone, di lingua berbera. La regione infatti era un tempo nota come Barberia. Dopo la conquista araba di queste regioni viene anche utilizzato la parola araba Maghreb (in arabo "Occidente"), termine che è anche il nome del più occidentale dei paesi nordafricani che si affacciano sul Mediterraneo, il Marocco ed anche, a volte, del complesso dei tre paesi più ad occidente del Nordafrica, cioè Marocco, Algeria e Tunisia. L'uso del termine Maghreb ha lo svantaggio di presentare la regione come un'appendice del mondo arabo (asiatico) - che peraltro è inequivocabilmente distinto col termine Mashriq - ma ha il vantaggio di essere normalmente impiegato dalla popolazione arabofona nonché dal resto del mondo, anche perché gran parte del Nordafrica, dopo XIII secoli di dominio musulmano si è ormai quasi completamente arabizzato.

Recentemente i berberi hanno coniato, a partire dal proprio nome, amazigh, l'espressione Tamazgha che si riferisce a tutto il complesso di paesi dove è (o era) parlata la lingua berbera.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Nordafrica Portale Nordafrica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Nordafrica