Minsk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Minsk (disambigua).
Minsk
città autonoma
(BE) Мінск
(RU) Минск
Minsk – Stemma Minsk – Bandiera
Minsk – Veduta
Localizzazione
Stato Bielorussia Bielorussia
Amministrazione
Presidente Mikalai Ladutska (ad interim) dal 10/06/2009
Territorio
Coordinate 53°54′N 27°34′E / 53.9°N 27.566667°E53.9; 27.566667 (Minsk)Coordinate: 53°54′N 27°34′E / 53.9°N 27.566667°E53.9; 27.566667 (Minsk)
Altitudine 280 m s.l.m.
Superficie 305,47 km²
Abitanti 1 921 861 (2014)
Densità 6 291,49 ab./km²
Altre informazioni
Lingue Bielorusso e russo
Cod. postale BY - 220000
Prefisso (+375) 17
Fuso orario UTC+2
Targa 7
Cartografia

Minsk – Localizzazione

Sito istituzionale

Minsk (in bielorusso: Мінск o Менск, in russo: Минск) è la capitale e principale città della Bielorussia (1.921.861[1] abitanti al 2014 e sede della Comunità degli Stati Indipendenti. È anche il capoluogo della voblasc' omonima (Regione di Minsk) dalla quale è extraterritoriale, costituendosi come un'entità autonoma.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La città, al centro della Bielorussia, sorge sulle rive del fiume Svislač ed il suo centro storico è chiamato Rakov. L'area urbana di Minsk non conta grossi centri conurbati, i maggiori dei quali non superano i 15.000 abitanti, tra i quali i principali Fanipol', Zaslavl' ed i villaggi urbani di Mačulishi e Rudensk.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Minsk presenta un clima continentale, con temperature invernali fin sotto i -20 °C, ed estati abbastanza calde: luglio ha una media di 17 °C.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La leggenda vuole che un gigante di nome Menesk o Mincz avesse un mulino sulle rive del fiume vicino alla città. Egli macinava le pietre per fare pane con cui nutrire i suoi guerrieri. Il nome "Minsk", noto anche come Mensk in bielorusso, deriva più probabilmente dalla parola мена (miena, "baratto" in italiano), basato sulla lunga storia di commerci della città.

Attorno al X secolo, il principe Rahvalod (Ragnvald in norvegese, scritto anche Rogvold, Rogvolod), di origine vichinga, governò il principato di Polatsk, che comprendeva Minsk. La prima menzione scritta di Minsk risale al 1066, ed è correlata alle lotte dinastiche tra il principato di Polatsk e quello di Kiev. In seguito Minsk cadde sotto l'influenza del Granducato di Lituania, che in seguito divenne parte della Polonia-Lituania.

Nel 1655 Minsk venne conquistata dallo Zar Alessio di Russia. Con Giovanni Casimiro, re di Polonia (1648-1668) la città tornò a far parte della Confederazione polacco-lituana, come capoluogo del palatinato omonimo. Nel 1795, in seguito alla terza spartizione della Polonia la città venne nuovamente annessa all'Impero russo, diventando il capoluogo del governatorato omonimo.

Fra il 1919 e il 1920 la città fu controllata dalla Seconda Repubblica di Polonia, nel corso della Guerra russo-polacca. Successivamente venne ceduta all'Unione Sovietica in base ai termini della Pace di Riga, e divenne la capitale della RSS Bielorussa, una delle repubbliche costituenti l'Unione Sovietica (per un breve periodo, nel 1919, fu capitale anche della RSS Lituano-Bielorussa).

L'area di Minsk divenne un centro del movimento partigiano russo dietro le linee nemiche, durante la grande guerra patriottica, e perciò a Minsk venne attribuito il titolo di Città eroina nel 1974. Durante la guerra la città venne quasi completamente distrutta e solo pochi edifici storici sono rimasti.

Dal 1991 la città è la capitale dello stato indipendente bielorusso.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Essendo Minsk la capitale di uno stato autoritario, il sentimento nazionale e la propaganda sono molto radicati nel pensiero e nel paesaggio cittadino. Non è difficile infatti vedere numerosi slogan in rosso e verde (il colore della bandiera nazionale) con scritto "Io amo la Bielorussia" o "Insieme noi siamo la Bielorussia" o ancora "Siamo bielorussi!". Non è difficile nemmeno imbattersi in palazzi colorati di rosso e verde.

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Teatro dell'Opera e del Balletto
  • Museo della Grande Guerra Patriottica
  • Museo delle arti nazionali
  • Museo della storia e della cultura nazionale
  • Museo del folklore e dell'etnografia
  • Museo letterario Maksim Bagdanovič
  • Museo letterario
  • Museo della storia antica bielorussa
  • Museo della natura e dell'ambiente
  • Museo della civiltà contadina bielorussa
  • Museo della "Storia Moderna"

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

Teatri[modifica | modifica wikitesto]

Teatro della commedia musicale bielorussa

Chiese principali[modifica | modifica wikitesto]

Università[modifica | modifica wikitesto]

  • Università di stato bielorussa
  • Università statale della tecnologia agricola
  • Università tecnica nazionale
  • Università medica statale
  • Università economica statale
  • Università statale della cultura e delle arti
  • Università statale degli studi pedagogici "Maksim Tank"
  • Università statale di informatica e radioelettronica
  • Università statale dell'educazione fisica
  • Università statale della tecnologia
  • Università statale linguistica di Minsk
  • Università statale internazionale degli studi ambientali Andrej Saharov

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Negli ultimi 50 anni del XX secolo si è registrato un continuo aumento della popolazione urbana, che tendenzialmente va raggiungendo 1.800.000 abitanti. Dopo la seconda guerra mondiale, a causa dell'occupazione nazista, la città aveva ridotto la popolazione a meno di 1/6 di quella del 1941. La città ha raggiunto il milione di abitanti nel 1972.

Anno Abitanti
1450 5.000
1654 10.000
1667 2.000
1790 7.000
1811 11.000
Anno Abitanti
1813 3.500
1860 27.000
1897 91.500
1917 134.000
1941 300.000
Anno Abitanti
1944 50.000
1959 509.500
1970 907.100
1972 1.000.000
1979 1.276.000
Anno Abitanti
1986 1.500.000
1989 1.607.000
1999 1.680.000
2004 1.741.371
2006 1.780.000

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Distretti di Minsk

Minsk si divide in 9 distretti i cui nomi, immutati dopo il 1991[2], fanno riferimento all'epoca sovietica:

  1. Central'nyj: Il distretto centrale
  2. Sovetskij: Riferito all'Unione Sovietica
  3. Pervomajskij: Riferito al 1º maggio, Festa dei lavoratori
  4. Partizanskij: Riferito ai partigiani sovietici
  5. Zavodskij: Il distretto industriale
  6. Leninskij: Dal nome di Lenin
  7. Oktjabr'skij: Riferito alla Rivoluzione d'Ottobre
  8. Moskovskij: Riferito alla città di Mosca
  9. Frunzenskij: Dal nome di Michail Frunze

La città conta 32 Mikrorajon, piccoli insediamenti esterni al centro storico. Essi sono Aeradromnaja, Akademgorodok, Angarskaja, Azjaryša, Červonyj Bor, Čyžovka, Drazdy, Dražnja, Harkauskaja, Kuntsauščina, Kurasovščina, Loshitsa, Malinovka, Maly Trostenets, Masjukovščina, Povdnyovij Zagad, Paunočnyj Posjolok, Serabranka, Shabanyj, Sokol, Sosnyj, Stsypjanka, Suharova, Sjarova, Uručča, Ushod, Ushodny, Velikaja Slepjanka, Vesnjanka, Zagad, Zelënyj Lug.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La zona industriale di Minsk è concentrata nel quartiere omonimo Zavodskij. Tra le aziende, la più importante è la Minskij Avtomobilnyj Zavod (MAZ), produttrice di autoveicoli.

Trasporti ed infrastrutture[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Minsk

Trasporti urbani[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metropolitana di Minsk e Rete tranviaria di Minsk.

I trasporti pubblici urbani di Minsk contano 4 tipi di mezzi:

  • Metropolitana: La rete è costituita da 2 linee, Moskovskaja (1), ed Avtozavodskaja (2), in fase di ampliamento nelle zone periferiche. Sono altresì allo studio 3 nuovi tracciati.
  • Tram: La rete tranviaria urbana conta 8 linee, articolate in un percorso a "croce" che si raccorda in centro.
  • Filobus: La rete è piuttosto estesa in tutta la città.
  • Autobus: La rete vanta un'estensione urbana capillare.

Ferrovie nazionali[modifica | modifica wikitesto]

La capitale bielorussa, sia per l'importanza che per la posizione geografica, è il centro nevralgico dei trasporti ferroviari nazionali, gestiti dalla Belorusskaja Železnaja Doroga (B.Ž.D.) (in bielorusso B.Č. -Belaruskaja Čygunka-).
Dalla rinnovata stazione centrale Minsk Passažirskij, (sita nella centralissima Plošad Lenina -Piazza Lenin-), partono ogni giorno numerosi treni internazionali che sovente coprono distanze notevoli, come ad esempio Irkutsk (in Siberia).

La stazione centrale
Metrò, stazione Pushkinskaja

Oltre ad essa vi sono numerose piccole e medie stazioni: la più importante fra queste è Minsk Institut'Kultury. Vicina alla centrale e collegata ad essa anche tramite il metrò, è un punto alternativo di smistamento per i trasporti locali.

Aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

Minsk conta 2 importanti aeroporti: Minsk-I, sito nella zona centro-meridionale della città; e Minsk-II, sito a Shemetovo, nella vicina raion di Smoleviči. La compagnia aerea nazionale, che ha sede a Minsk, è la Belavia.

Arterie stradali[modifica | modifica wikitesto]

L'arteria autostradale M1 (Brĕst-Borisov) lambisce la capitale ed è ad essa intercollegata tramite un raccordo anulare, il quale collega agevolmente altre importanti strade statali e superstrade che raggiungono Minsk. La M1 bielorussa è altresì inserita in un progetto autostradale internazionale, compiuto a tratti, volto a collegare Berlino e Mosca via Varsavia.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Le principali squadre calcistiche di Minsk sono la Dinamo Minsk, l'MTZ-RIPO Minsk, l'Fk Minsk ed il Lokomotiv Minsk.

Minsk ha ospitato tre edizioni dei Campionati mondiali di biathlon, nel 1974, nel 1982 e nel 1990. In città sono state organizzate anche alcune gare di sci di fondo e di freestyle valide per le rispettive Coppe del Mondo.

La principale squadra di hockey su ghiaccio è la Dinamo Minsk, militante nella Kontinental Hockey League. Nel 2014 la città ha ospitato il campionato mondiale di hockey su ghiaccio.

Personaggi celebri[modifica | modifica wikitesto]

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

Veduta dall'Hotel Belarus della mikrorajon di Ul.Vera Horužaja, dopo le rive dello Svislac

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella serie televisiva americana Friends, Minsk è la città in cui David, il grande amore di Phoebe, si trasferisce per le sue ricerche scientifiche.

Fumettistica[modifica | modifica wikitesto]

La supereroina Stella Nera e il fratello gemello Vanguard sono nati a Minsk.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hannes Heer, Gustav Freiherr von Mauchenheim - Ein Wehrmachtsgeneral als Organisator des Holocaust - Nationalsozialistische Täterbiographien, hrsg. von Klaus-Michael Mallmann - Darmstadt 2004. ISBN 3-534-16654-X

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Città eroina - nastrino per uniforme ordinaria Città eroina
— 26 giugno 1974
Ordine di Lenin (2) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Lenin (2)
— 26 giugno 1974

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Численность населения на 1 января 2014 г. Социально-экономическое положение города Минска в январе 2014 г.
  2. ^ Scioglimento dell'Unione Sovietica
  3. ^ Comune di Chisinau: gemellaggi. URL consultato il 28 febbraio 2011.
  4. ^ città gemellate con Pechino dal sito ufficiale. URL consultato il 07-11-2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]