Liliaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Liliaceae
Lilium pyrenaicum.jpg
Lilium pyrenaicum
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Liliales
Famiglia Liliaceae
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Monocotyledones
Ordine Liliales
Generi
  • Vedi testo

Le Liliaceae sono una famiglia di piante monocotiledoni dell'ordine delle Liliales. Alla famiglia delle Liliaceae appartengono numerose specie selvatiche e coltivate, spesso bulbose o rizomatose. La famiglia annovera molte piante ampiamente utilizzate in cucina (asparago, aglio, cipolla, porro, scalogno, erba cipollina) ed importanti piante ornamentali (giglio, tulipano, mughetto, giacinto).

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia prende il nome dal genere Lilium che comprende i bellissimi gigli.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'habitus delle Liliaceae è erbaceo.

Le foglie sono alterne, semplici, lineari parallelinervie con attacco guainante. Molte specie presentano solo foglie basali. Una particolarità di questa famiglia è che spesso sul fusto sono presenti i cladodi, fusti modificati appiattiti con funzione clorofilliana, mentre le vere foglie sono ridotte a squame.

I fiori sono evidenti, per lo più ermafroditi con perianzio doppio petaloide, attinomorfi, isolati o riuniti in infiorescenze. In alcuni generi (es. Smilax, Ruscus, Asparagus) i fiori possono essere unisessuali per aborto di una dei due sessi. L'androceo è formato da 6 stami liberi, il gineceo da 3 carpelli fusi in un ovario supero. Il frutto è una capsula o una bacca. In numerose specie nell'infiorescenza sono presenti bulbilli ascellari per la propagazione vegetativa.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

L'impollinazione è entomogama ed è attuata da lepidotteri, imenotteri, ditteri; alcune specie tropicali sono impollinate dai colibrì.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Nella classificazione di Cronquist la famiglia delle Liliaceae comprendeva moltissimi generi riuniti in oltre una ventina di sottofamiglie. Gli studi filogenetici hanno dimostrato che le Liliaceae sono un gruppo parafiletico ed attualmente molti generi vengono attributi ad altre famiglie e talvolta anche ad altri ordini (es. Agavaceae, Alliaceae, Amaryllidaceae, Anthericaceae, Asparagaceae, Convallariaceae, Hyacinthaceae, Melanthiaceae, Nartheciaceae, Smilacaceae, Tecophilaeaceae, Themidaceae, Tofieldiaceae, Trilliaceae, Uvulariaceae, Xanthorrhoeaceae).

Generi di Liliaceae[modifica | modifica wikitesto]

Appartengono alla famiglia delle Liliaceae i generi: Calochortus, Prosartes, Scoliopus, Streptopus e Tricyrtis della sottofamiglia Calochortoideae; Cardiocrinum, Erythronium, Fritillaria, Gagea, Lilium, Lloydia, Nomocharis, Notholirion e Tulipa della sottofamiglia Lilioideae; Clintonia e Medeola della sottofamiglia Medeoloideae.

Tradizionalmente nella famiglia Liliaceae venivano inclusi moltissimi generi che la classificazione dell'APG, basandosi sulle relazioni filogenetiche, attribuisce oggi ad altre famiglie (indicate in parentesi):

Lilium martagon, esemplare del genere Lilium

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica