Jean Dieudonné

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean Alexandre Eugène Dieudonné

Jean Alexandre Eugène Dieudonné (Lilla, 1º luglio 1906Nizza, 29 novembre 1992) è stato un matematico francese, ben noto come portavoce del gruppo Bourbaki e per i suoi contributi alla modernizzazione della geometria algebrica, all'analisi funzionale e alla storia della matematica. Fu persona generosa, entusiasta e collerica; fu anche un poderoso trattatista.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Diciottenne nel 1924 viene ammesso alla École normale supérieure; qui incontra Jean Delsarte, André Weil, Henry Cartan, Jean Paul Sartre e Raymond Aron. Nel 1927 ottiene l'Agrégation de mathématiques e nel 1931 sostiene la tesi intitolata Recherche sur quelques problèmes relatifs aux polynômes et aux fonctions bornées, avendo come supervisore Paul Montel.

Nel dicembre 1934 è tra i membri fondatori dell'Assiciation des collaborateurs de Nicolas Bourbaki e di questa impresa è una delle colonne per molti anni.

Nel 1937 diviene Maître de conférence a Nancy. Mobilitato nel 1939 all'avvicinarsi della guerra, l'inizio dell'occupazione nazista si sposta a Clermont-Ferrand, dove era ripiegata l'Università di Strasburgo, e successivamente si trasferisce nel continente americano, prima all'università di San Paolo nel Brasile dal 1946 al 1948, poi negli USA nel 1952 all'Università del Michigan. Torna in Francia nel 1959 all'IHES e nel 1964 accetta una cattedra nella nuova Università di Nizza nella quale viene anche nominato decano della facoltà di Scienze.

Insieme a Laurent Schwartz è supervisore delle prime ricerche di Alexander Grothendieck presso l'Università di Nancy, ricerche che hanno posto nuove basi alla geometria algebrica. L'Académie des Sciences gli ha conferito un gran prix nel 1944 e l'ha accolto fra i suoi membri nel 1968.

Lavori[modifica | modifica sorgente]

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Ampi contributi ai testi di Bourbaki
  • Redazione insieme a Grothendieck degli Éléments de géométrie algébrique
  • Direzione della redazione dell' Abrégé d'histoire des mathématiques
  • Traité d'analyse (1959) in 9 volumi
  • La Géométrie des groupes classiques (1955)
  • Algèbre linéaire et géométrie élémentaire (1964).
  • Pour l'honneur de l'esprit humain
  • Monografie su Calcul infinitésimal, Teoria degli invarianti, Algebra commutativa, Geometria algebrica e Gruppi formali

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Pierre Dugac (1995): Jean Dieudonné: Mathématicien complet Editions Jacques Gabay ISBN 2-87647-156-6

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 49224595 LCCN: n79109835