Jean Claude Eugène Péclet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean Claude Eugène Péclet

Jean Claude Eugène Péclet (Besançon, 10 febbraio 1793Parigi, 6 dicembre 1857) è stato un fisico francese.

Péclet è, nel 1812, uno dei primi studenti dell'École Normale Supérieure di Parigi ed ha come professori Gay-Lussac e Dulong. Nel 1816 viene eletto professore al Collegio di Marsiglia ed insegna fisica sino al 1827. Essendo nominato maître de conférences alla Scuola Normale e ritorna a Parigi. Nel 1829 diventa professore di fisica all'École Centrale des Arts et Manufactures, che viene fondata dall'uomo d'affari Alphonse Lavallée, da Péclet, e da altri tre scienziati, Philippe Benoît, Jean-Baptiste Dumas e Théodore Olivier. Il suo stipendio è di 3000 franchi all'anno, più una quota dei profitti di questa scuola di ingegneria privata. Nel 1840 Péclet diviene ispettore generale dell'istruzione pubblica.

A lui è dedicato il gruppo adimensionale detto numero di Péclet.

Opere[modifica | modifica sorgente]

A seguire l'elenco delle opere con link alla versione scansionata in lingua originale:

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 59170276 LCCN: nr2002037531