Enrico Muzzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico Muzzio
MUZZIO.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centravanti
Carriera
Giovanili
Pavia Pavia
Squadre di club1
1955-1956 Pavia Pavia 24 (9)[1]
1956-1957 Venezia Venezia 1 (0)[2]
1957-1958 Novese Novese  ? (?)
1958-1959 Venezia Venezia 3 (3)[3]
1959-1960 Casale Casale 34 (13)[4]
1960-1964 Pro Patria Pro Patria 114 (41)
1964-1967 SPAL SPAL 93 (27)
1967-1968 Udinese Udinese 30 (9)[5]
1968-1969 Verbania Verbania 20 (5)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Enrico Muzzio (Landriano, 18 dicembre 1936Landriano, 3 marzo 1996) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Muzzio (in piedi, primo da sinistra) nella SPAL del 1965-1966, anno del ritorno in Serie A.

Cresciuto calcisticamente nel Pavia in Serie C, passa nel 1956 in Serie B al Venezia. Viene prestato alla Novese in IV Serie durante il Servizio militare nel 1957 per tornare a Venezia l'anno successivo e quindi di nuovo in Serie C nel 1959 con il Casale dove segna 13 reti in quel campionato.

Nel 1960 passa alla Pro Patria ed in quattro campionati di Serie B segna 40 reti, segnando 5 reti in una sola partita.

Nel 1964 passa alla SPAL, neoretrocessa in Serie B. Muzzio alla SPAL trova Gianfranco De Bernardi, suo ex compagno alla Pro Patria. Dopo aver segnato 3 reti nelle prime 19 gare, realizza 7 gol nelle 18 partite in cui scende in campo nel girone di ritorno. La SPAL viene promossa, Muzzio segna 13 reti e diventa il cannoniere biancoazzurro venendo riconfermato il campionato successivo in Serie A.

Il 5 settembre 1965, a 29 anni Muzzio, esordisce a Napoli in Serie A ed in quel campionato segna 11 reti, uguagliando il risultato di Sergio Sega quale terzo miglior realizzatore spallino in un campionato di Serie A. Il 10 ottobre è decisivo con una doppietta per la vittoria sul Bologna. È decisivo anche nella partita contro il Brescia, servendo al 70º' un assist a Osvaldo Bagnoli che pareggia per la SPAL ottenendo la salvezza.

Nel campionato successivo Muzzio verrà ancora confermato e resterà alla SPAL in Serie A fino al 1966-1967 quando venne ceduto all'Udinese in Serie C assieme a Bagnoli. Chiuse con il calcio nel 1969 dedicandosi ad una fattoria che aveva acquistato a Landriano.[senza fonte]

In carriera ha totalizzato 56 presenze e 24 reti in Serie A, tutte con la maglia della SPAL.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Almanacco illustrato del Calcio, ediz. 1955/56
  2. ^ Almanacco illustrato del Calcio, ediz. 1956/57
  3. ^ Almanacco illustrato del Calcio, ediz. 1958/59
  4. ^ Almanacco illustrato del Calcio, ediz. 1959/60
  5. ^ Almanacco illustrato del Calcio, ediz. 1967/68

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Muzzio, attaccante trentenne la rivelazione della Spal, Mirto Govoni su "La Stampa" 20 ottobre 1965
  • Enzo Tipaldi, 50 anni di storia del Verbania Calcio 1945-1995 Da Galimberti a Pedretti, 1ª ed., giugno 1999.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]