Coppa Italia 2011-2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la Coppa Italia 2011-2012 di categorie minori o di altri sport, vedi Coppa Italia 2011-2012 (disambigua).
Coppa Italia 2011-2012
TIM Cup 2011-2012
Competizione Coppa Italia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore Lega Serie A
Date dal 6 agosto 2011
al 20 maggio 2012
Luogo Italia Italia
Partecipanti 78
Risultati
Vincitore Napoli Napoli
(4º titolo)
Secondo Juventus Juventus
Statistiche
Miglior marcatore Uruguay Edinson Cavani (5)
Incontri disputati 79
Gol segnati 259 (3,28 per incontro)
Stadio Olimpico Roma Coppa Italia 2012.JPG
Cerimonia di chiusura del torneo.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg ed. precedente ed. successiva Right arrow.svg

La Coppa Italia 2011-2012 è stata la 65ª edizione della manifestazione calcistica. È iniziata il 6 agosto 2011 e si è conclusa il 20 maggio 2012.[1]

La finale si è giocata per il quinto anno consecutivo allo Stadio Olimpico di Roma. La squadra vincitrice, ovvero il Napoli, si qualifica per l'Europa League dell'anno successivo, per la prima volta con accesso diretto alla fase a gironi.

Formula[modifica | modifica sorgente]

La formula della manifestazione è stata la stessa delle tre precedenti edizioni.

Partecipano tutte le 20 società di Serie A e tutte le 22 di Serie B. Ad esse si aggiungono 27 società selezionate dalla Lega Pro e 9 selezionate dal Comitato Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti, per un totale di 78 club partecipanti.

La Lega Pro, fra le squadre che hanno ottenuto la regolare iscrizione ai campionati, ha selezionato così i propri club: i 4 retrocessi dalla Serie B 2010-2011, i 6 migliori non promossi in ciascuno dei due gironi della Prima Divisione 2010-2011 (incluso l'Alessandria successivamente retrocesso all'ultimo posto per illecito sportivo), i tre migliori in ciascuno dei tre gironi della Seconda Divisione 2010-2011 (i due promossi e il perdente della finale play-off). Dal momento che fra queste squadre sono già incluse le due finaliste della Coppa Italia Lega Pro 2010-2011, sono state ammesse una settima squadra dal Girone B della Prima Divisione 2010-2011 (in luogo della Juve Stabia promossa in Serie B) ed una quarta squadra dal Girone B della Seconda Divisione 2010-2011 (al posto del Carpi promosso in Prima Divisione).

La Lega Dilettanti ha selezionato un club per ciascun girone della Serie D 2010-2011, scelto scorrendo la classifica dal 2º posto in giù, senza tener conto dell'esito dei playoff.

La competizione è interamente ad eliminazione diretta. Con eccezione delle semifinali, tutti i turni si svolgono in gara unica, con eventuali tempi supplementari e calci di rigore. Le semifinali saranno invece disputate con gare di andata e ritorno, col meccanismo delle coppe europee, ovvero in caso di pareggio dopo 180 minuti a passare il turno è la squadra che ha totalizzato il maggior numero di reti in trasferta; in caso di parità anche nei gol segnati fuori casa si procede con i tempi supplementari e i calci di rigore.

Le società di Lega Pro e Serie D entrano in gioco sin dal primo turno, quelle di Serie B dal secondo, 12 squadre di Serie A dal terzo, mentre le 8 teste di serie esordiscono solo negli ottavi di finale. Il sorteggio del tabellone è stato effettuato il 27 luglio 2011 presso la sede della Lega Serie A a Milano. All'interno della propria fascia di ranking, a ciascuna squadra è assegnato un numero di tabellone tramite sorteggio, eccezion fatta per le squadre che entrano in gioco al terzo turno, il cui numero dipende dalla posizione in classifica nell'anno precedente.

Nei turni in partita unica usufruisce del fattore campo la squadra col numero di tabellone più basso, mentre in semifinale si ha diritto invece a giocare il ritorno in casa.

Gli incontri Genoa-Bari e Cagliari-Siena del quarto turno sono state le prime partite nella storia del calcio italiano trasmesse in diretta rispettivamente su YouTube[2] e Facebook.[3]

Squadre partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Lega Serie A[modifica | modifica sorgente]

Le 20 squadre

Le squadre contrassegnate dall'asterisco sono già qualificate agli Ottavi di finale

Lega Serie B[modifica | modifica sorgente]

Le 22 squadre

Lega Pro[modifica | modifica sorgente]

Le 24 squadre di Prima Divisione

Le 3 squadre di Seconda Divisione

Lega Nazionale Dilettanti[modifica | modifica sorgente]

Le 9 squadre di Serie D

Date[modifica | modifica sorgente]

Fase Turno Andata Ritorno
Preliminari 1º turno 6-7 agosto 2011
2º turno 13-14 agosto 2011
3º turno 20-21 agosto 2011
4º turno 23-24-29-30 novembre 2011
Fase Finale Ottavi di finale 8-13 dicembre 2011 / 10-11-12-18-19 gennaio 2012
Quarti di finale 24-25-26 gennaio 2012
Semifinali 8-9 febbraio 2012 20-21 marzo 2012
Finale 20 maggio 2012
Roma (Stadio Olimpico)

Calendario[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Coppa Italia 2011-2012 (turni preliminari).

Il tabellone è stato sorteggiato il 27 luglio 2011 nella sede della Lega Serie A a Milano.

Primo turno[modifica | modifica sorgente]

Si è disputato sabato 6 e domenica 7 agosto 2011 con la partecipazione dei 36 club di Lega Pro e LND (24 di Prima Divisione, 3 di Seconda Divisione e 9 di Serie D). Hanno giocato di diritto in casa le migliori 17 squadre di Prima Divisione (le 4 retrocesse dalla Serie B, le 12 che erano in Prima Divisione anche nel 2010-2011 ed una delle neopromosse dalla Seconda Divisione, ossia il Latina) più l'Alessandria (qualificato sul campo per la partecipazione ai Play-off di Prima Divisione 2010-2011 ma poi retrocesso per illecito). Hanno fatto eccezione il Taranto (che ha giocato in trasferta contro il FeralpiSalò per l'indisponibilità del proprio impianto), il Piacenza (che ha giocato a Fiorenzuola d'Arda) e lo Spezia (che ha giocato a Sarzana).

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Reggiana Reggiana 1 - 2 Carpi Carpi
Sorrento Sorrento 4 - 1 Tamai Tamai
Pisa Pisa 3 - 0 Bacoli Sibilla Flegrea Bacoli Sibilla Flegrea
Piacenza Piacenza 3 - 0 Pontedera Pontedera
Alessandria Alessandria 1 - 0 Casertana Casertana
Como Como 1 - 2 Prato Prato
Latina Latina 0 - 1 L'Aquila L'Aquila
Triestina Triestina 2 - 0 Voghera Voghera
Virtus Lanciano Virtus Lanciano 1 - 2 Castel Rigone Castel Rigone
Lumezzane Lumezzane 4 - 1 Pro Patria Pro Patria
Siracusa Siracusa 1 - 0 Teramo Teramo
Frosinone Frosinone 3 - 0 Pomigliano Pomigliano
Barletta Barletta 0 - 1 Carrarese Carrarese
Foggia Foggia 3 - 0 Trapani Trapani
Spezia Spezia 3 - 0 Saint-Christophe Saint-Christophe
Portogruaro Portogruaro 0 - 3 Avellino Avellino
FeralpiSalo FeralpiSalò 1 - 2 Taranto Taranto
Benevento Benevento 1 - 1 (5-4 dcr) Tritium Tritium

Secondo turno[modifica | modifica sorgente]

Si è disputato sabato 13 e domenica 14 agosto 2011 con in lizza 40 squadre: i 22 club di Serie B e le 18 vincenti del primo turno (15 squadre di Prima Divisione, 2 di Seconda Divisione e, per la prima volta, 1 di Serie D, il Castel Rigone). Hanno giocato in casa di diritto le squadre cadette, ad eccezione delle due neopromosse mediante Play-off (che hanno giocato in trasferta gli unici due scontri diretti tra formazioni di Serie B).

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Padova Padova 4 - 2 Carpi Carpi
Crotone Crotone 1 - 0 Sorrento Sorrento
Cittadella Cittadella 3 - 2 (dts) Pisa Pisa
Empoli Empoli 4 - 1 Piacenza Piacenza
Sampdoria Sampdoria 3 - 2 (dts) Alessandria Alessandria
Grosseto Grosseto 3 - 2 Prato Prato
Sassuolo Sassuolo 2 - 1 Juve Stabia Juve Stabia
Vicenza Vicenza 1 - 2 Verona Verona
Brescia Brescia 5 - 0 L'Aquila L'Aquila
Pescara Pescara 2 - 2 (11-12 dcr) Triestina Triestina
AlbinoLeffe AlbinoLeffe 2 - 1 Castel Rigone Castel Rigone
Torino Torino 1 - 0 Lumezzane Lumezzane
Livorno Livorno 3 - 1 Siracusa Siracusa
Modena Modena 4 - 0 Frosinone Frosinone
Reggina Reggina 1 - 0 Carrarese Carrarese
Nocerina Nocerina 2 - 0 Foggia Foggia
Bari Bari 1 - 0 Spezia Spezia
Varese Varese 0 - 1 Avellino Avellino
Ascoli Ascoli 3 - 1 (dts) Taranto Taranto
Gubbio Gubbio 2 - 2 (5-4 dcr) Benevento Benevento

Terzo turno[modifica | modifica sorgente]

Si è disputato sabato 20 e domenica 21 agosto 2011 con 32 squadre in lizza: 12 club di Serie A e le 20 vincenti del secondo turno (18 squadre di Serie B e 2 di Prima Divisione). In ognuno dei 16 incontri aveva diritto a giocare in casa la squadra di categoria superiore. Nel caso dei tre scontri diretti tra squadre di Serie B, il Sassuolo ha ospitato il Verona in quanto quest'ultimo è una delle due neopromosse mediante Play-off, mentre in Empoli-Sampdoria e Modena-Reggina ha deciso il sorteggio di inizio stagione. L'incontro Cesena-Ascoli si è disputato a Serravalle, nella Repubblica di San Marino, per l'indisponibilità dello Stadio Dino Manuzzi di Cesena (lavori di rifacimento del nuovo manto in erba sintetica).

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Bologna Bologna 2 - 1 Padova Padova
Lecce Lecce 0 - 2 Crotone Crotone
Fiorentina Fiorentina 2 - 1 Cittadella Cittadella
Empoli Empoli 2 - 1 Sampdoria Sampdoria
Parma Parma 4 - 1 Grosseto Grosseto
Sassuolo Sassuolo 3 - 3 (5-7 dcr) Verona Verona
Catania Catania 2 - 1 Brescia Brescia
Novara Novara 4 - 0 Triestina Triestina
Cagliari Cagliari 5 - 1 AlbinoLeffe AlbinoLeffe
Siena Siena 1 - 0 Torino Torino
Chievo Chievo 1 - 0 Livorno Livorno
Modena Modena 2 - 1 Reggina Reggina
Genoa Genoa 4 - 3 Nocerina Nocerina
Bari Bari 4 - 0 Avellino Avellino
Cesena Cesena 1 - 0 (dts) Ascoli Ascoli
Atalanta Atalanta 3 - 4 Gubbio Gubbio

Quarto turno[modifica | modifica sorgente]

L'ultimo turno preliminare si è disputato tra mercoledì 23, giovedì 24, martedì 29 e mercoledì 30 novembre 2011. In lizza le 16 vincenti del terzo turno (10 squadre di Serie A e 6 di Serie B). Hanno giocato di diritto in casa le squadre di massima serie, tranne le neopromosse Novara e Siena che hanno disputato in trasferta gli unici scontri diretti tra club del massimo campionato.

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Bologna Bologna 4 - 2 Crotone Crotone
Fiorentina Fiorentina 2 - 1 Empoli Empoli
Parma Parma 0 - 2 Verona Verona
Catania Catania 2 - 3 Novara Novara
Cagliari Cagliari 1 - 2 Siena Siena
Chievo Chievo 3 - 0 Modena Modena
Genoa Genoa 3 - 2 (dts) Bari Bari
Cesena Cesena 3 - 0 Gubbio Gubbio

Ottavi di finale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Coppa Italia 2011-2012 (fase finale).

Sono entrati in lizza gli ultimi 8 club di Serie A (quelli partecipanti alle coppe europee più la Juventus in quanto prima esclusa dalle competizioni internazionali). Queste squadre (fra cui è compresa anche l'Inter detentrice del trofeo) hanno giocato di diritto in casa contro le vincenti del quarto turno (fra le quali era ancora in lizza una squadra di Serie B, il Verona). Gli ottavi di finale si sono disputati tra giovedì 8 e martedì 13 dicembre 2011, quindi martedì 10, mercoledì 11, giovedì 12, mercoledì 18 e giovedì 19 gennaio 2012.

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Juventus Juventus 2 - 1 (dts) Bologna Bologna
Roma Roma 3 - 0 Fiorentina Fiorentina
Lazio Lazio 3 - 2 Verona Verona
Milan Milan 2 - 1 (dts) Novara Novara
Palermo Palermo 4 - 4 (0-3 dcr) Siena Siena
Udinese Udinese 1 - 2 Chievo Chievo
Inter Inter 2 - 1 Genoa Genoa
Napoli Napoli 2 - 1 Cesena Cesena

Quarti di finale[modifica | modifica sorgente]

Si sono disputati martedì 24, mercoledì 25 e giovedì 26 gennaio 2012 tra le vincenti degli ottavi di finale. Il fattore campo è stato quello predeterminato per sorteggio ad inizio stagione, ad eccezione di Chievo-Siena (unica partita che ha visto in campo formazioni non teste di serie) dove i toscani hanno giocato in trasferta in quanto neopromossi in Serie A.

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Juventus Juventus 3 - 0 Roma Roma
Milan Milan 3 - 1 Lazio Lazio
Chievo Chievo 0 - 1 Siena Siena
Napoli Napoli 2 - 0 Inter Inter

Semifinali[modifica | modifica sorgente]

Le vincenti dei quarti di finale si sono sfidate nell'unico turno della manifestazione basato sul doppio confronto. Le gare di andata hanno avuto luogo mercoledì 8 e giovedì 9 febbraio, quelle di ritorno martedì 20 e mercoledì 21 marzo 2012. Il Siena ha giocato l'andata in casa in quanto unica formazione non testa di serie rimasta in corsa (nell'altra semifinale l'ordine dei campi è stato quello prestabilito dal sorteggio).

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Milan Milan 3 - 4 Juventus Juventus 1 - 2 2 - 2 (dts)
Siena Siena 2 - 3 Napoli Napoli 2 - 1 0 - 2

Finale[modifica | modifica sorgente]

La finale si è disputata per il quinto anno consecutivo in gara unica allo Stadio Olimpico di Roma. L'incontro è stato giocato domenica 20 maggio 2012. Il Napoli è riuscito a infliggere alla Juventus la sua unica sconfitta stagionale nell'ultima partita in bianconero del capitano Alessandro Del Piero. Grazie a questa vittoria il Napoli, che pure in questa partita vedeva l'addio ad uno degli idoli della tifoseria partenopea Ezequiel Lavezzi, ritorna a vincere la Coppa Italia e un trofeo rispettivamente a distanza di 25 e 22 anni.

Roma
20 maggio 2012, ore 21:00 CEST
Finale
Juventus 600px Nero e Bianco (Strisce).png 0 – 2
referto
600px Azzurro con N cerchiata.png Napoli Stadio Olimpico (60 000 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Juventus
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Napoli

Formazioni[modifica | modifica sorgente]

Juventus Juventus (3-5-2)
POR 30 Italia Marco Storari Ammonizione al 62’ 62’
DC 15 Italia Andrea Barzagli
DC 19 Italia Leonardo Bonucci
DC 4 Uruguay Martín Cáceres
TOD 26 Svizzera Stephan Lichtsteiner Uscita al 68’ 68’
CEN 22 Cile Arturo Vidal
CEN 21 Italia Andrea Pirlo
CEN 8 Italia Claudio Marchisio Ammonizione al 40’ 40’
TOS 28 Paraguay Marcelo Estigarribia
ATT 10 Italia Alessandro Del Piero (C) Uscita al 68’ 68’
ATT 23 Italia Marco Borriello Uscita al 72’ 72’ Ammonizione al 63’ 63’
A disposizione:
POR 13 Austria Alexander Manninger
CEN 7 Italia Simone Pepe Ingresso al 68’ 68’
CEN 20 Italia Simone Padoin
CEN 24 Italia Emanuele Giaccherini
ATT 14 Montenegro Mirko Vučinić Ingresso al 68’ 68’
ATT 18 Italia Fabio Quagliarella Ingresso al 72’ 72’ Red card.svg 90’
ATT 32 Italia Alessandro Matri
Allenatore:
Italia Antonio Conte
Napoli Napoli (3-5-2)
POR 1 Italia Morgan De Sanctis Ammonizione al 80’ 80’
DC 14 Argentina Hugo Campagnaro
DC 28 Italia Paolo Cannavaro (C) Ammonizione al 55’ 55’
DC 6 Italia Salvatore Aronica
TOD 11 Italia Christian Maggio
CEN 20 Svizzera Blerim Džemaili Ammonizione al 54’ 54’
CEN 88 Svizzera Gökhan Inler
CEN 17 Slovacchia Marek Hamšík Segnato dopo 83 minuti 83’ Uscita al 85’ 85’
TOS 18 Colombia Juan Camilo Zúñiga
ATT 22 Argentina Ezequiel Lavezzi Uscita al 72’ 72’
ATT 7 Uruguay Edinson Cavani Segnato dopo 63 minuti 63’ (rig.) Uscita al 90+2’ 90+2’
A disposizione
POR 83 Italia Antonio Rosati
DIF 2 Italia Gianluca Grava
DIF 21 Argentina Federico Fernández
DIF 85 Uruguay Miguel Ángel Britos Ingresso al 90+2’ 90+2’
CEN 8 Italia Andrea Dossena Ingresso al 85’ 85’
ATT 16 Cile Eduardo Vargas
ATT 29 Macedonia Goran Pandev Ingresso al 72’ 72’
Allenatore:
Italia Walter Mazzarri

Tabellone (dagli ottavi)[modifica | modifica sorgente]

  Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                                 
 Milan Milan (dts) 2  
 Novara Novara 1  
   Milan Milan 3  
   Lazio Lazio 1  
 Lazio Lazio 3
 Verona Verona 2  
   Milan Milan 1 2 3  
   Juventus Juventus (dts) 2 2 4  
 Juventus Juventus (dts) 2  
 Bologna Bologna 1  
   Juventus Juventus 3
   Roma Roma 0  
 Roma Roma 3
 Fiorentina Fiorentina 0  
   Juventus Juventus 0
   Napoli Napoli 2
 Udinese Udinese 1  
 Chievo Chievo 2  
   Chievo Chievo 0
   Siena Siena 1  
 Palermo Palermo 4(0)
 Siena Siena (dcr) 4(3)  
   Siena Siena 2 0 2
   Napoli Napoli 1 2 3  
 Napoli Napoli 2  
 Cesena Cesena 1  
   Napoli Napoli 2
   Inter Inter 0  
 Inter Inter 2
 Genoa Genoa 1  

Squadra vincitrice[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Società Sportiva Calcio Napoli 2011-2012.
600px Azzurro con N cerchiata.png

Napoli
4º titolo

Classifica marcatori[modifica | modifica sorgente]

Aggiornata al 20 maggio 2012[4]

Gol Rigori Giocatore Squadra
5 2 Uruguay Edinson Cavani Napoli Napoli
4 1 Italia Giuseppe Greco Modena Modena
3 0 Italia Luigi Castaldo Nocerina Nocerina
3 0 Italia Alessio Cerci Fiorentina Fiorentina
3 0 Italia Niccolò Giannetti Gubbio Gubbio
3 0 Italia Simone Guerra Piacenza Piacenza
3 2 Slovenia Josip Iličič Palermo Palermo
3 0 Italia Roberto Inglese Lumezzane Lumezzane
3 0 Argentina Joaquín Larrivey Cagliari Cagliari
3 0 Italia Riccardo Meggiorini Novara Novara
3 0 Brasile Reginaldo Siena Siena

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Date di calendario per la stagione sportiva 2011/2012, legaseriea.it, 23 giugno 2011. URL consultato il 26 novembre 2011.
  2. ^ TIM Cup: Genoa-Bari su LA7 e YouTube in legaseriea.it, 23 novembre 2011. URL consultato il 26 novembre 2011.
  3. ^ TIM Cup: Cagliari-Siena in diretta su Facebook in legaseriea.it, 24 novembre 2011. URL consultato il 26 novembre 2011.
  4. ^ Coppa Italia - Marcatori, sportmediaset.it. URL consultato il 20 maggio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]