Carlo Cesarini da Senigallia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carlo Cesarini da Senigallia (Senigallia, 6 gennaio 1923Roma, 18 settembre 1996) è stato uno scenografo italiano, attivo prevalentemente in televisione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanissimo lascia gli studi e incomincia a girare l'Europa dipingendo e vendendo i suoi quadri. Nel 1950 si ferma in Inghilterra dove, dopo un anno di permanenza, fonda un giornale l'"Anglo italiano News".

Tornato in Italia nel 1954, lo prese con sé Camillo Parravicini, all'epoca scenografo del teatro dell'Opera di Roma.

Esordì in televisione come scenografo nel 1956, con una commedia (Il sogno dello zio di Anton Giulio Majano) ed ha in seguito curato la scenografia di commedie, romanzi sceneggiati e di show musicali, tra cui varie edizioni di Canzonissima, Studio Uno, Teatro Dieci, e l'edizione del 1974 di Milleluci.

Ha lavorato anche in teatro ed ha realizzato spettacoli a Las Vegas (Dunes). Inoltre ha curato l'illuminazione del percorso aperto al pubblico all'interno delle Grotte di Frasassi.

Ha avuto anche un'esperienza di attore in Biblioteca di Studio Uno, il programma di Antonello Falqui con il Quartetto Cetra, nella puntata dedicata all'Odissea.

Dopo aver lasciato la RAI, ha collaborato in televisione anche con Mediaset e con il gruppo FIAT (spettacoli per il lancio delle nuove autovetture) ed ha organizzato spettacoli televisivi nelle principali piazze d'Italia e d'Europa.

È improvvisamente venuto a mancare per un attacco cardiaco a Roma nella sua abitazione il 18 settembre 1996.

Senigallia gli ha dedicato, con una collaborazione tra l'Amministrazione Comunale, la Sede Regionale della Rai di Ancona e la famiglia, una mostra "Scene Cesarini da Senigallia" che si è svolta dal 26 maggio al 23 settembre 2012 presso la Rocca Roveresca.

Show e produzioni televisive[modifica | modifica wikitesto]

  • Canzonissima (show televisivo) 1959 varie edizioni
  • Il Mattatore, (varietà televisivo) 1959
  • Difensore d'ufficio (produzione televisiva), 1959
  • Giardino d'inverno (varietà televisivo), 1961
  • Studio Uno (show televisivo), 1961-1965
  • Scala reale (varietà televisivo), 1966
  • Addio giovinezza (commedia musicale televisiva), 1968
  • Canzonissima (show televisivo), 1969
  • Stasera (varietà televisivo), 1969
  • Stasera Rita
  • Teatro Dieci (varietà televisivo), 1971
  • Serata con Carla Fracci, 1973
  • L'appuntamento (varietà televisivo), 1973
  • Milleluci (show televisivo), 1974
  • Fatti e fattacci (show televisivo), 1975
  • Bambole non c'è una lira, 1977
  • Ma che sera (varietà televisivo), 1978
  • Mille milioni (show televisivo), 1980
  • Festival di Sanremo, 1989

Filmografia e sceneggiati TV[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L'abbazia di Rambona e la sua cripta, Tipografia San Giuseppe, Macerata, 1978
  • Dalla televisione alla cucina, Guida Editore, Napoli, 1979

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]