Adenocarcinoma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Adenocarcinoma
Adenocarcinoma on pap test 1.jpg
Microfotografia di un adenocarcinoma, si notano vacuoli contenenti mucina. Risultato di un test di Papanicolaou.
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 151.0, 182.0

L'adenocarcinoma è un tumore indifferenziato e quindi maligno del tessuto epiteliale, che prende origine dall'epitelio ghiandolare. Il tessuto epiteliale include lo strato superficiale della pelle, le ghiandole e una varietà di altri tessuti presenti nelle cavità e negli organi del corpo. L'epitelio può essere derivato embriologicamente dall'ectoderma, dall'endoderma e dal mesoderma.

Per essere classificato come adenocarcinoma, le cellule non devono necessariamente essere parte di una ghiandola, fintanto che presentino proprietà secretorie. Questa forma di carcinoma può verificarsi in alcuni mammiferi superiori, inclusi gli esseri umani.[1]

La diagnosi viene generalmente fatta attraverso lo studio, mediante colorazione, di cellule prelevate tramite biopsia, con cui un patologo può determinare se il tumore è un adenocarcinoma o qualche altro tipo di cancro. La struttura istologica è inoltre variabile a seconda del grado di differenziazione.

Gli adenocarcinomi possono sorgere in molti tessuti del corpo a causa della natura ubiquitaria delle ghiandole all'interno del corpo. Tumori delle ghiandole endocrine, come il VIPoma, l'insulinoma, il feocromocitoma, ecc, non sono tipicamente classificati come adenocarcinomi, ma piuttosto, spesso vengono chiamati tumori neuroendocrini. Se il tessuto ghiandolare è anormale, ma la neoplasia è benigna, si dice essere un adenoma. Adenomi benigni in genere non invadono altri tessuti e non portano a metastasi. Gli adenocarcinomi maligni, al contrario, invadono gli altri tessuti e spesso danno origine a metastasi.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine adenocarcinoma deriva da adeno che significa "pertinente in una ghiandola" e carcinoma, che descrive un tumore maligno che si è sviluppato nelle cellule epiteliali.

Tipi di adenocarcinomi[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni esempi di adenocarcinomi:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fauquier D, Gulland F, Haulena M, Spraker T, Biliary adenocarcinoma in a stranded northern elephant seal (Mirounga angustirostris) in J Wildl Dis., vol. 39, nº 3, luglio 2003, pp. 723–6, PMID 14567238.
  2. ^ Detailed Guide, Pancreatic Cancer, What is Cancer of the Pancreas?. URL consultato il 21 febbraio 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
  • DeVita, Hellman, Lawrence, DeVita, Hellman, and Rosenberg's Cancer: Principles & Practice of Oncology, 8ª ed., Lippincott Williams & Wilkins, 2008, ISBN 978-0-7817-7207-5.
  • Gianni Bonadonna, Gioacchino Robustelli Della Cuna, Pinuccia Valgussa, Medicina oncologica, 8ª ed., Milano, Elsevier Masson, 2007, ISBN 978-88-214-2814-2.
  • Pontieri, Russo, Frati, Patologia generale, 3ª ed., Padova, Piccin, 2005, ISBN 88-299-1734-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina